8 marzo: “Europa è Donna”, convegno per riflettere su sfide e protagonismo femminile

In occasione della Giornata Internazionale della Donna, la Fisascat Cisl ha organizzato a Roma il convegno “Europa è Donna –...

Europa è donna
Foto G. Currado © AGR

In occasione della Giornata Internazionale della Donna, la Fisascat Cisl ha organizzato a Roma il convegno “Europa è Donna – Sfide, Protagonismo, Diritti, Lavoro”. Un momento di riflessione, in chiave europeista, per analizzare la situazione delle donne nel mercato del lavoro e le sfide da affrontare per raggiungere una vera parità di genere.

I dati preoccupanti sull’occupazione femminile in Italia

L’Italia si posiziona all’ultimo posto in Europa per occupazione femminile, con solo il 41,7% delle donne che lavora, contro una media Ue del 69,3%. Le donne sono concentrate in un range limitato di occupazioni, principalmente nel settore dei servizi, e sono ancora scarsamente rappresentate nelle posizioni apicali e meglio remunerate. Il gender pay gap è di 7.922 euro e una donna su cinque fuoriesce dal mercato del lavoro dopo la maternità.

L’impegno della Fisascat Cisl per la parità di genere

“La nostra priorità è implementare l’azione sindacale per ampliare le tutele e perseguire una piena parità tra donne e uomini nel mercato del lavoro”, ha dichiarato Davide Guarini, Segretario Generale della Fisascat Cisl. “Un dovere che sentiamo di avere anche nei confronti delle lavoratrici che rappresentiamo e per la consistenza occupazionale che le donne hanno nei settori del terziario di mercato”.

Il convegno: un confronto tra esperienze e proposte

Il convegno ha visto la partecipazione di autorevoli esponenti del mondo accademico, sindacale e associativo. Marcella Filippa, direttrice della Fondazione Vera Nocentini, ha ripercorso i momenti cruciali del Novecento per la conquista dei diritti delle donne. Stefania Negri, ricercatrice Adapt, ha illustrato la cornice normativa europea e le prospettive giuridiche in materia di parità di genere. Emmanuele Massagli, Presidente della Fondazione Tarantelli, ha focalizzato l’attenzione sul ruolo della contrattazione.

Le conclusioni: un impegno comune per il futuro

Daniela Fumarola, Segretaria Generale Aggiunta della Cisl, ha sottolineato l’importanza di mettere in campo relazioni industriali innovative e di investire sulla formazione per favorire l’occupazione femminile. Guarini ha concluso ribadendo la necessità di superare i divari di genere e contrastare la violenza di genere, una vera e propria emergenza sociale.

L’obiettivo del convegno

“Quella di oggi non vuole essere una giornata autocelebrativa”, ha concluso Guarini. “A motivare l’organizzazione di questo evento c’è la rilevanza culturale e sociale del tema, che esige la nostra attenzione. La Fisascat Cisl è impegnata a promuovere una società più giusta e inclusiva, dove le donne siano protagoniste del loro futuro”.

, , , , ,
Giovanni Currado

Giovanni Currado

Responsabile editoriale dell'agenzia Agr Srl. Giornalista e fotografo, autore di diversi reportage in Asia e Africa. Responsabile dello studio dell'immenso archivio fotografico Riccardi

Dalla Home