Arriva al cinema “La guerra dei nonni”, con Vincenzo Salemme e Max Tortora

Al cinema dal 30 novembre 2023 La guerra dei nonni di Gianluca Ansanelli in cui due nonni diversi – che più diversi non si può...

Vincenzo Salemme e Max Tortora

Al cinema dal 30 novembre 2023 La guerra dei nonni di Gianluca Ansanelli in cui due nonni diversi – che più diversi non si può – litigano fra loro per i nipoti. Il film è interpretato da Vincenzo Salemme e Max Tortora.

Il film di G. Ansanelli dal 30 novembre in trecento copie con Medusa. 

Una nuova coppia comica formata da Vincenzo Salemme e Max Tortora, i due protagonisti di La guerra dei nonni di Gianluca Ansanelli, nelle sale cinematografiche dal 30 novembre, distribuito da Medusa in trecento copie. Citando volutamente il due Tommy e Gerry, in questa commedia troviamo Gerri (V. Salemme) nel ruolo di un nonno attento e con la passione del restauro dei mobili e che, insieme ai tre nipoti, vive nella casa della figlia Federica (Ana Caterina Morariu) e del genero Ernesto (Luca Angeletti). In questo perfetto equilibrio familiare irrompe il chiassoso nonno paterno Tom (M. Tortora), che, dopo molti anni trascorsi all’estero, torna in Italia per godersi i nipotini. Fra i due non sarà subito guerra (per conquistar l’affetto dei nipotini) ed anche per mettersi in mostra – in perfetto stile babbei – con la giovane vicina (Bianca Guaccero). Al duo si associa il giovane Gaetano (Herbert Ballerina), eclettico corriere che sembra avere una sola missione: cercar di “svecchiare” nonno Gerri.

«Questi due nonni sono come cani e gatti e ci piaceva che ricordassero Tom & Jerry, una citazione trasversale anche al pubblico più giovane. Amavamo, insomma, l’idea del contrasto mettendo in campo come valore aggiunto due attori straordinari che hanno allo stesso tempo una corda comica e una sentimentale, due territori spesso antitetici», dichiara G. Ansanelli, al suo quarto film dopo All’ultima spiaggia (2012), Troppo napoletano (2016) e Benvenuti in casa Esposito (2021).

Cos’è la comicità? «Si capisce quando hai fatto bene una cosa, quando senti ridere senza volgarità; comunque non ci sono ricette», dice Vincenzo Salemme.

«Chi è poi che stabilisce cosa si può dire e cosa non si può dire? Non c’è un ente, qualcuno autorizzato a farlo», dichiara Max Tortora riguardo al cosiddetto “politically correct”.

«Già, poi dire “politicamente corretto” è sbagliato. Bisognerebbe essere “culturalmente corretti” e non politicamente. Sennò può capitare che c’è una parte politica che dice che sei stato scorretto e un’altra parte no», aggiunge Salemme.

«Sono contento di questo film anche per un motivo del tutto personale: ho una linea comica diversa, più aggressiva del solito. E poi lavorare con Salemme è stato per me un vero regalo. Il film è poi carino anche per un altro motivo: esplora un po’ la frattura che c’è con i nipoti perché adesso fra social e smartphone la distanza generazionale è davvero enorme e diventa difficile fare i genitori e ancora di più i nonni», dichiara H. Ballerina.

La guerra dei nonni di Gianluca Ansanelli – interpreti: Vincenzo Salemme, Max Tortora, Bianca Guaccero, Ana Caterina Morariu, Luca Angeletti, Herbert Ballerina – uscirà al cinema giovedì 30 novembre 2023.

, , , , , , , , ,
Redazione Agrpress

Redazione Agrpress

Dalla Home