Arslantepe 2024: Sapienza Celebra 63 Anni di Scavi in Türkiye

La Sapienza celebra con orgoglio i 63 anni di attività di scavo e ricerca a Arslantepe, il sito archeologico situato...

Arslantepe 2024 Türkiye

La Sapienza celebra con orgoglio i 63 anni di attività di scavo e ricerca a Arslantepe, il sito archeologico situato nella piana di Malatya, in Türkiye. L’evento commemora il riconoscimento del sito come Patrimonio mondiale dell’Umanità dell’Unesco. La giornata di celebrazione, in programma per il 28 febbraio, comprende un’inaugurazione di una mostra sugli scavi e una proiezione video su Arslantepe.

Il sito, a una decina di chilometri dalla riva dell’Eufrate, è stato al centro di oltre sessant’anni di missione archeologica della Sapienza, in collaborazione con il Kültür Varlıkları ve Müzeler Genel Müdürlüğü della Repubblica di Türkiye. Dopo gli eventi drammatici dello scorso anno, la Sapienza, insieme alle autorità e alla popolazione locale, ha lavorato per la ricostruzione, consentendo al sito di tornare fruibile al pubblico.

La rettrice Antonella Polimeni sottolinea l’importanza dell’archeologia come strumento per preservare il patrimonio storico-archeologico e promuovere la cooperazione internazionale. Francesca Balossi Restelli, direttrice della missione archeologica, evidenzia il legame umano e culturale creato attraverso il lavoro con la popolazione locale.

La giornata vedrà la partecipazione di alte cariche e personalità istituzionali e accademiche da entrambe le nazioni coinvolte. Gli interventi durante l’evento affronteranno tematiche cruciali come l’impatto delle scoperte sulla conoscenza delle società complesse e statuali, e la politica di protezione e conservazione dei monumenti.

Una mostra fotografica dedicata al palazzo pubblico più antico al mondo, rinvenuto ad Arslantepe, sarà inaugurata durante l’evento. La mostra itinerante collegherà fisicamente e idealmente Italia e Türkiye, esponendo le fotografie a Istanbul, ad Ankara e infine a Malatya.

Arslantepe, che significa “collina del leone” in turco, ha rivelato tesori dal V millennio a.C. all’età romana e bizantina. Le ricerche sono condotte da un gruppo di specialisti internazionale e multidisciplinare. Marcella Frangipane, tra i direttori della missione, ha dedicato la sua carriera a questo progetto, ricevendo riconoscimenti internazionali.

Il palazzo di Arslantepe, distrutto da un incendio intorno al 3200 a.C., offre un’importante visione sulle prime civiltà urbane e statuali. La mostra itinerante collega due paesi impegnati da oltre mezzo secolo in questo straordinario sito, ora Patrimonio mondiale dell’Unesco.

, , , , , , ,
Redazione Agrpress

Redazione Agrpress

Dalla Home