‘Avrò cura di te’: conversazioni con un angelo

‘Avrò cura di te’ veniva pubblicato dieci anni fa. Frutto della collaborazione tra Massimo Gramellini e Chiara Gamberale, è un...

Avrò cura di te

‘Avrò cura di te’ veniva pubblicato dieci anni fa.

Frutto della collaborazione tra Massimo Gramellini e Chiara Gamberale, è un libro delicato e profondo, che racconta dell’importanza della cura. Dell’importanza di chi è altro da noi. E che, proprio per questo, è, al tempo stesso, misterioso e presente.

Gioconda, detta Gio, è una donna che sente di aver sbagliato tutto – o quasi – nella vita. E l’errore più grande che sente di aver commesso è quello che l’ha fatta allontanare definitivamente dal suo grande amore Leonardo, con cui era sposata. 

Cos’è successo? Cosa porta due persone innamorate a giurarsi eterna fedeltà per poi allontanarsi, piano ma inesorabilmente, l’uno dall’altra? Cosa succede quando un amore finisce?

Gio è un’insegnante, Leonardo pure. Ogni giorno i due docenti entrano in classe per insegnare a giovani alunni come si affronta la vita. La missione educativa che il mestiere dell’insegnante porta con sé è fondamentale ma anche incredibilmente delicata. Gio sente di non essere in grado di vivere come un’adulta. Gli adulti sono funzionali e risolti, così ha sempre letto nei libri.

Lei invece sente di essere un disastro.

Così, presa dallo sconforto, una sera, scrive una lettera indirizzata al proprio angelo custode. Il quale, incredibilmente, le risponde.

Inizia così un vivace scambio epistolare tra i due. Gio è – comprensibilmente – sorpresa, ma allo stesso tempo arrabbiata. Vuole delle risposte. Vuole Leonardo, anche. 

E vuole se stessa. Vuole quella donna che sente di aver perso e che allo stesso tempo avverte, prepotente e viva, proprio sotto la sua pelle. 

La sua vita non è finita. Deve solo riappropriarsene.

, ,
Chiara Cecere

Chiara Cecere

Dalla Home