“Clorofilla”: alla scoperta delle piante dal 26 gennaio su Raiplay

Far appassionare i ragazzi/ragazze alla botanica e alle piante in modo originale, piacevole e sorprendente, anche in linea con gli...

foto Clorofilla

Far appassionare i ragazzi/ragazze alla botanica e alle piante in modo originale, piacevole e sorprendente, anche in linea con gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

È l’obiettivo di Clorofilla il nuovo programma firmato RaiKids, nato da un’idea di Alessandra Viola e Rosalba Vitellaro, disponibile da venerdì 26 gennaio 2024 in boxset su RaiPlay e in onda da domenica 28 gennaio, tutti i giorni alle ore 18.20 su RaiGulp

In un set virtuale, che riproduce di volta in volta prati, boschi e sottoboschi e lidi, l’autrice e conduttrice Alessandra Viola guiderà il pubblico alla scoperta del mondo delle piante. Chi sono questi esseri viventi così diversi da noi, con i quali dividiamo il pianeta e dai quali dipende la nostra vita?

Un linguaggio innovativo per un racconto avvincente in cui l’universo vegetale prende vita e diventa protagonista. Fra record, informazioni scientifiche, consigli pratici, leggende e curiosità di ogni tipo, la trasmissione, realizzata in alcuni degli orti botanici più belli d’Italia, vuole sensibilizzare i ragazzi al mondo delle piante, contribuendo a formare una generazione di cittadini più consapevoli e rispettosi dell’ambiente. Con l’ausilio di software, inoltre, ogni puntata è arricchita dalla crescita virtuale di un albero, scelto fra le specie trattate nei contenuti proposti, che permette ai ragazzi di vederlo in momenti vegetativi differenti nelle diverse stagioni e situazione atmosferiche.

Nella prima puntata Alessandra Viola affronterà il tema dell’eroismo umano e vegetale partendo dalla forte esperienza di Julia “Butterfly” Hill, accaduta in California nel 1997. Julia, per due anni, ha vissuto “arrampicata” su una sequoia per salvare e proteggere il suo albero e un’intera foresta dalla distruzione. Le piante sono delle vere eroine anche nei record. L’Hyperion, una sequoia sempervirens, cioè sempreverde, è la specie vegetale più alta del mondo. Misura 115 metri, ben più della Statua della Libertà. L’inviato Simone Mitjans sarà invece all’Orto Botanico Simua dell’Università degli studi di Palermo. Insieme al botanico e curatore dell’orto Manlio Speciale, spiegherà perché i bambù hanno l’orologio con la sveglia.

Spazio anche alla collaborazione con il Raggruppamento Carabinieri Biodiversità per un progetto rivolto alle scuole di ogni ordine e grado, per la creazione di un bosco diffuso, chiamato proprio “Clorofilla”, che rientra nell’ambito della più ampia iniziativa di educazione ambientale dell’Arma “Un albero per il futuro”.

Si tratta della messa a dimora di alberi nel proprio spazio verde, per piantarli e poi prendersene cura.  Una vera e propria “rivoluzione verde”.

, , , , , , ,
Madia Mauro

Madia Mauro

Esperta di Comunicazione, promuove eventi culturali e scrive di attualità, arte, fotografia, musica e spettacolo.  

Dalla Home