Da schiavo a eroe: Andrés Aguiar celebrato con un busto al Gianicolo

Oggi, il Gianicolo ha visto l’inaugurazione del busto di Andrés Aguiar, noto come il “luogotenente nero”. Ex schiavo uruguaiano, Aguiar...

Andrés Aguiar
Foto M. Riccardi © AGR

Oggi, il Gianicolo ha visto l’inaugurazione del busto di Andrés Aguiar, noto come il “luogotenente nero”. Ex schiavo uruguaiano, Aguiar combatté valorosamente al fianco di Giuseppe Garibaldi per la Repubblica Romana, trovando la morte in battaglia il 30 giugno 1849. Nonostante il suo contributo, il suo ricordo è rimasto a lungo marginalizzato.

Il busto, situato vicino alla statua equestre di Garibaldi, è stato svelato durante una cerimonia al Belvedere 9 febbraio 1849. La scalinata che porta il suo nome, “Scalea Andrés Aguiar, Luogotenente di Garibaldi, detto il Moro”, rinominata nel 2012, ha rappresentato un primo passo nel riconoscimento del suo eroismo.

L’iniziativa fa parte del progetto “Rimettere la storia al suo posto: un busto per Andrés Aguiar”, promosso da Roma BPA. All’inaugurazione hanno partecipato associazioni locali e Paolo Masini, promotore dell’iniziativa. Nonostante l’assenza di rappresentanti della Giunta Capitolina, l’evento ha raccolto grande attenzione sui social, dove molti hanno espresso gratitudine per la tenacia dimostrata nella realizzazione del progetto.

L’omaggio ad Aguiar non solo celebra il suo coraggio ma restituisce dignità a una figura fondamentale della storia del Risorgimento italiano, riconoscendo il contributo degli eroi stranieri nella lotta per la libertà.

, , , , ,
Maurizio Riccardi

Maurizio Riccardi

Fotografo, giornalista, direttore del Gruppo AGR, di cui fanno parte: l'agenzia fotografica AGR, il magazine online Agrpress.it, l'Archivio Riccardi, la sezione Audiovsivi / web e la sezione Comunicazione.Nasce a Roma nel 1960, si può dire nella camera oscura del padre, anche lui noto fotografo della "Dolce Vita". 

Dalla Home