E’ morto Vittorio Emanuele di Savoia, figlio dell’ultimo Re d’Italia

La notizia della morte di Vittorio Emanuele di Savoia, avvenuta nella sua residenza a Ginevra, in Svizzera, ha suscitato riflessioni...

Vittorio Emanuele di Savoia
Vittorio Emanuele di Savoia - Foto Maurizio Riccardi © AGR

La notizia della morte di Vittorio Emanuele di Savoia, avvenuta nella sua residenza a Ginevra, in Svizzera, ha suscitato riflessioni contrastanti sulla figura del figlio dell’ultimo re d’Italia, Umberto II.

Nato il 12 febbraio 1937 a Napoli, Vittorio Emanuele ha vissuto in esilio per gran parte della sua vita, segnato dal referendum del 1946 che pose fine alla monarchia in Italia. Dopo 57 anni di assenza, il 15 marzo 2003, con la cancellazione della XIII disposizione transitoria e finale della Costituzione Italiana che vietava il ritorno dei discendenti maschi, ha fatto il suo rientro nel Paese “..agli ex re di Casa Savoia, alle loro consorti e ai loro discendenti maschi sono vietati l’ingresso e il soggiorno nel territorio nazionale…”

La vita di Vittorio Emanuele è stata segnata anche da vicende giudiziarie, come l’indagine e il successivo proscioglimento per la morte di Dirk Hamer. Nel 1978, una sparatoria sull’isola di Cavallo in Corsica aveva portato alla morte del tedesco, dando inizio a una lunga disputa legale tra la famiglia Savoia e quella della vittima.

Il passaggio di Vittorio Emanuele segna la chiusura di un capitolo nella storia italiana, ma la sua figura controversa non mancherà di alimentare discussioni. La notizia della sua morte, accolta con diverse reazioni, evidenzia le divisioni persistenti riguardo alla sua figura e al ruolo della monarchia nell’Italia fascista.

, , , , , ,
Redazione Agrpress

Redazione Agrpress

Dalla Home