Fiona May intervista Marcell Jacobs: “A Roma per vincere”

Marcell Jacobs sarà fra i protagonisti dei  Campionati Europei di Atletica Leggera Roma 2024. Il campione olimpico parteciperà sabato 18...

Marcell Jacobs sarà fra i protagonisti dei  Campionati Europei di Atletica Leggera Roma 2024. Il campione olimpico parteciperà sabato 18 maggio anche allo Sprint Festival allo Stadio dei Marmi, ultimo impegno prima dell’Europeo.

Per l’occasione il velocista italiano è stato intervista da Fiona May, leggenda azzurra del salto in lungo, che parteciperà agli Europei con il ruolo di Ambassador. Questo l’estratto delle parole di Jacobs.

“Sono tornato in questa splendida città, mi mancava questo stadio incredibile, quindi sono pronto a iniziare la mia stagione. La Capitale è il posto in cui mi sono trasferito, dove ho preparato la mia ultima Olimpiade. Mi ha regalato tante emozioni, tante vittorie, ma anche sconfitte che fanno parte del gioco e sono importanti perché ti aiutano a crescere. Comunque ho dei ricordi super che mi legano alla città.

Sull’Europeo di casa Jacobs ha dichiarato: “Avranno tutto un altro valore, per me saranno importantissimi e in più sono il campione europeo in carica. Correre davanti alla tua gente, al tuo popolo che ti supporta con la maglia azzurra indosso è un qualcosa di incredibile e non vedo l’ora che arrivi quel momento”.

“Prima pensavo che una volta vinto l’oro, tutto poi sarebbe diventato più facile” – ha dichiarato il campione olimpico – “Invece lì è iniziato il vero lavoro e la parte difficile. Sono una persona che si è sempre messa in gioco, non ho mai avuto paura delle sconfitte e delle delusioni perché fanno parte del nostro sport. Ammetto che prima di entrare in gara ho paura, è una parte normale che ho imparato ad accettare. Fa parte di dover affrontare la gara ed è un adrenalina che mi serve”.

Sulla squadra azzurra il velocista ha detto: “Ci sono tanti atleti che stanno dimostrando il loro valore. Dopo Tokyo c’è stata un’evoluzione che ha fatto capire loro quanto fosse importante credere nelle proprie potenzialità per arrivare ai risultati. Credo che a Roma possiamo vincere davvero tante medaglie, penso a Mattia Furlani, Larissa Iapichino, ovviamente a Gianmarco Tamberi, a Leonardo Fabbri e me”. 

“Stiamo lavorando tanto per far scoprire l’atletica. La cosa più importante è che la gente conosca l’atleta al di fuori della performance. Quindi credo che la parte più importante sia portare non solo l’atletica ma i personaggi che la popolano dentro le case e le famiglie per far capire loro che anche noi siamo umani, che abbiamo le nostre problematiche, le nostre difficoltà, le nostre gioie, le nostre famiglie e tutto il resto” – ha concluso Jacobs.

,
Filippo Giannitrapani

Filippo Giannitrapani

Classe 1992, giornalista pubblicista dal 2019.Siciliano ma romano d’adozione, in passato ha collaborato con diverse testate giornalistiche online e vanta presenze al programma tv Rai “Il Processo del lunedì”.Amante del cinema e dello sport in particolare, ha effettuato radiocronache e telecronache, e ha fatto l’inviato per grandi eventi sportivi come la Formula E.Ad oggi collabora con AgrPress, l’Istituto Quinta Dimensione, l’Archivio Riccardi e RomaToday

Dalla Home