Francesca Chialà alla Vogalonga di Venezia per la campagna internazionale sul Climate Change

L’artista Francesca Chialà alla Vogalonga di Venezia per la campagna internazionale di Marevivo e della Marina Militare sul Climate Change. Domenica 19 maggio 2024 la regista, artista e attivista Francesca Chialà, ha...

Antonio Vicino, Stefano Morosinato, Pietro Zanazzi, Francesca Chialà

L’artista Francesca Chialà alla Vogalonga di Venezia per la campagna internazionale di Marevivo e della Marina Militare sul Climate Change.

Domenica 19 maggio 2024 la regista, artista e attivista Francesca Chialà, ha portato alla prestigiosa e internazionale Vogalonga di Venezia La FESTA delle 7 ARTI, il movimento artistico e sportivo che ha fondato per promuovere i diritti umani, sociali e ambientali, con l’obiettivo di divulgare “ONLY ONE – One Planet, One Ocean, One Health”, la campagna Internazionale per affrontare la crisi climatica lanciata da MarevivoMarina Militare e Fondazione Dohrn, sotto l’alto patrocinio del Parlamento Europeo, del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, del Ministero per la Protezione Civile e le Politiche del Mare.

F. Chialà ha animato artisticamente la storica Vogalonga e remato nella laguna per trentatré km in una barca di canottaggio quattro di coppia con Antonio Vicino (tre volte campione del mondo ed europeo di canottaggio della Marina Militare), Stefano Morosinato (campione italiano di coastal rowing e beach sprint della Canottieri Giudecca – oltre che timoniere del galeone di Venezia al Palio delle Repubbliche Marinare) e Pietro Zanazzi (giovane atleta della Canottieri Giudecca).

L’ «Artivista» ha scelto di non allenarsi per affrontare lo sforzo fisico così imponente di remare per trentatré km con un campione di canottaggio mondiale come Antonio Vicino, perché il suo corpo deve rappresentare il mare che maltrattiamo con i nostri comportamenti quotidiani. Il corpo stremato della Body Artist alla fine della Vogalonga è una metafora vivente della distruzione dell’ecosistema marino e del grido di aiuto che gli oceani ci inviano ogni giorno. Grazie al grande impegno dei tre atleti e di F. Chialà per riuscire a remare al loro ritmo, la barca di Marevivo è arrivata davanti a tutte le duemila imbarcazioni di quest’anno alla Vogalonga che ha visto oltre 7.500 vogatori, di cui quasi il 70% stranieri, provenienti da ventinove nazioni in rappresentanza dei cinque continenti. 

F. Chialà ha raccontato la sua esperienza ai volontari di Marevivo che l’hanno attesa al traguardo. Nonostante la Vogalonga sia nata per promuovere l’utilizzo di imbarcazioni sostenibili e per salvaguardare la città di Venezia dal moto ondoso, la barca di Marevivo ha incontrato durante il percorso motoscafi che non hanno avuto rispetto e gli atleti con F. Chialà hanno imbarcato tanta acqua in faccia per le onde generate dalle barche a motore. 

L’Architetto e Art Designer Edoardo Bossini e il campione europeo e medagliato mondiale di canoa, Matteo Torneo, attivisti della FESTA delle 7 ARTI, si sono trasformati in performers e, insieme ai volontari di Marevivo, hanno animato con musica e danza la partenza dal bacino di San Marco e l’arrivo davanti alla Basilica della Salute. La musica ha celebrato anche il mare con gli Atleti che hanno cantato con F. Chialà mentre vogavano.

La performance artistica e sportiva alla Vogalonga ha lanciato anche l’opera d’arte La Donna Vitruviana, in vetro di murano, sintesi di Oriente e Occidente, che F. Chialà sta realizzando per Venezia, e la performance artistica per l’Ambiente e la Pace che realizzerà all’Arsenale per continuare a promuovere la campagna “Only One” di Marevivo e della Marina Militare. Inoltre, sarà un omaggio a Marco Polo per i settecento anni dalla sua morte e alla Madonna nera della Salute custodita nella Basilica della Salute dove è terminata la Vogalonga.

L’obiettivo è contaminare Arte e Sport per sensibilizzare cittadini e istituzioni sull’urgenza di attuare la transizione ecologica, perché non c’è più tempo. Il “countdown” della Terra ci dice che mancano solo sei anni, otto mesi e pochi giorni al punto di non ritorno. Se non interverremo subito, l’eccessiva emissione di anidride carbonica, causerà un aumento di oltre 1,5° C della temperatura globale, con conseguenze disastrose a cui stiamo già assistendo: siccità, precipitazioni estreme, inondazioni, tempeste tropicali, cicloni, uragani e tifoni. 

La ricetta lanciata dalla campagna “ONLY ONE” è chiara: protezione della biodiversità, transizione energetica, transizione alimentare, economia circolare.

«La Vogalonga è un viaggio non competitivo tra le isole di Venezia e il magnifico Canal Grande che ne celebra la bellezza. È un inno alla Laguna di Venezia e alla salvaguardia della città, per diffondere il consapevole rispetto della natura», sostiene Francesca Chialà, «e la nostra performance artistica e sportiva è stata un INNO collettivo per la salvaguardia del Pianeta. Ringrazio di cuore gli atleti della nostra barca che hanno generosamente accettato la sfida di remare con me e, in particolare, il campione del mondo Antonio Vicino per essersi messo in gioco come testimonial di questa campagna internazionale. Ringrazio la fondatrice di Marevivo Rosalba Giugni per il suo infaticabile impegno e gli Ammiragli della Marina Militare, Domenico La Faia e Jacopo Rollo, per il prezioso supporto. Ringrazio gli organizzatori della Vogalonga, il Presidente della Canottieri Giudecca, Dino Zanin, e il suo team per aver messo a disposizione la barca che ha reso possibile il nostro atto d’amore per Venezia e l’acqua che la circonda, per la sua laguna e le sue isole».

, , , , , , , , , , , , , , , ,
Alessandro Poggiani

Alessandro Poggiani

Classe 1986, storico del cinema e giornalista pubblicista, appassionato di courtroom dramas, noir, gialli e western da vent'anni circa, ha lavorato come battitore per libri, saggi e articoli, e come segretario di produzione per un docufilm su Pier Paolo Pasolini. Dopo un master in Editoria e Giornalismo, ha collaborato con il Saggiatore, con la Dino Audino editore e con AGR. Attualmente lavora come redattore freelance, promotore di eventi culturali e fotografo in occasione di incontri, dibattiti, presentazioni di libri, fiere librarie e vernissages.

Dalla Home