Giorgia Meloni: la Leadership politica e i piani per il futuro

La determinazione di Giorgia Meloni pare accompagnarla anche nella conferenza stampa di fine anno: “Non sono ricattabile”, affermazione che ha...

Giorgia Meloni durante la conferenza stampa di fine anno

La determinazione di Giorgia Meloni pare accompagnarla anche nella conferenza stampa di fine anno: “Non sono ricattabile”, affermazione che ha sottolineato con fermezza quattordici mesi fa, in risposta agli aggettivi poco lusinghieri di Silvio Berlusconi.

La premier ha ribadito il medesimo concetto, sottolineando la sua fermezza di fronte a chiunque cerchi di influenzarla. “Una persona che non si spaventa facilmente”, afferma, e questa caratteristica sta diventando sempre più evidente. Il suo governo, afferma, non ha spazio per coloro che hanno tentato di manovrare gli eventi passati all’interno del Paese.

Al centro delle sue dichiarazioni, l’indagine sugli appalti Anas, una questione che, afferma, coinvolge l’amministrazione precedente. Meloni non lascia margini di ambiguità: “Affaristi, lobbisti e simili non stanno attraversando un periodo facile con noi”.

La leader di FdI si prepara alla sfida delle Europee, evidenziando la propria propensione a candidarsi e coinvolgere gli altri leader. È pronta a essere “rigida” con coloro che nel suo partito non assumono “la responsabilità” delle proprie azioni, come nel caso di Emanuele Pozzolo, per cui ha richiesto la sospensione da FdI.

La conferenza stampa di fine anno, seppur ritardata per problemi di salute, è stata un’occasione per fare il punto sulla politica del 2023 e proiettare gli obiettivi per il 2024: il premierato, la riforma della giustizia, il piano di borse di studio e molto altro. Meloni esprime la sua ferma volontà di non aumentare le tasse, preferendo tagliare la spesa pubblica.

La prossima settimana si concentrerà su una misura sulle concessioni balneari, rispondendo all’appello del presidente Mattarella. Anche in campo europeo, Meloni ribadisce l’indipendenza dell’Italia e la sua posizione nel panorama politico continentale.

La premier affronta varie critiche con sarcasmo, rispondendo a Giuliano Amato e Giuseppe Conte. Sul fronte Anas, offre supporto al vicepremier leghista Matteo Salvini e si dimostra ferma contro attacchi e pressioni esterne.

Sulla sua possibile candidatura alle Europee, Meloni è prudente ma aperta all’idea, sempre orientata al consenso dei cittadini. La sua visione politica mira a costruire una maggioranza alternativa in Europa, senza alleanze con la sinistra.

Le sue posizioni sull’Italia a Bruxelles e le prospettive per il futuro della politica italiana ed europea rimangono al centro del suo impegno, confermando il suo ruolo rilevante nel panorama politico italiano.

, , , , , , , , ,
Maurizio Riccardi

Maurizio Riccardi

Fotografo, giornalista, direttore del Gruppo AGR, di cui fanno parte: l'agenzia fotografica AGR, il magazine online Agrpress.it, l'Archivio Riccardi, la sezione Audiovsivi / web e la sezione Comunicazione.Nasce a Roma nel 1960, si può dire nella camera oscura del padre, anche lui noto fotografo della "Dolce Vita". 

Dalla Home