Giubileo 2025: Cisl Lazio presenta “Destinazione Roma” per lo sviluppo e la rigenerazione della Capitale

La partecipazione dei lavoratori come chiave di volta per un Giubileo 2025 che rappresenti un’occasione straordinaria di sviluppo e rigenerazione...

Giubileo 2025

La partecipazione dei lavoratori come chiave di volta per un Giubileo 2025 che rappresenti un’occasione straordinaria di sviluppo e rigenerazione per Roma. Questo è il fulcro dell’Agenda “Destinazione Roma” presentata oggi dalla Cisl al sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, e al segretario della Cisl Nazionale, Luigi Sbarra. L’Agenda pone l’accento su un progetto ambizioso che, per avere successo, dovrà essere il più condiviso possibile, puntando su linee guida che garantiscano crescita e sviluppo per il futuro.

Enrico Coppotelli, segretario generale Cisl Lazio, ha sottolineato l’urgenza di coinvolgere i lavoratori nei processi decisionali delle imprese per promuovere democrazia economica, stabilità lavorativa e migliorare le condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Ha dichiarato: “Il Giubileo rappresenta un’opportunità straordinaria. Roma è un cantiere a cielo aperto, dal centro alle periferie. Per questo chiediamo alle parti datoriali un impegno condiviso per favorire sistemi di partecipazione dei lavoratori alla vita d’impresa. Questo porterebbe a più qualità e stabilità del lavoro, maggiore produttività, più sicurezza e salute nei luoghi di lavoro. Il Giubileo potrebbe rappresentare un punto di svolta anche per le relazioni industriali nella Capitale.”

All’evento, moderato dalla giornalista del Corriere della Sera Flavia Fiorentino, hanno partecipato vari esponenti politici e sociali, tra cui Maria Elena Boschi (Italia Viva) e Paolo Barelli (Forza Italia), Marco Perissa, Giuseppe Roma e Mons. Francesco Pesce. Le discussioni hanno toccato temi cruciali come l’aumento delle risorse per i più fragili, la modernizzazione del sistema turistico-culturale e la necessità di un Patto di responsabilità tra sindacati, istituzioni e imprese per prevenire incidenti sul lavoro.

Coppotelli ha inoltre sollecitato l’Amministrazione di Roma a migliorare la Pubblica Amministrazione, aumentare le risorse per nuove assunzioni, ridurre l’addizionale Irpef e la Tari e firmare importanti intese per lavoro di qualità e sviluppo sostenibile. Sul tema dei poteri speciali per Roma, ha espresso la speranza di un rapido riconoscimento per equiparare la Capitale alle grandi città europee. Ha concluso affermando che l’Agenda per il Giubileo rappresenta un modello di responsabilità, pragmatismo e concretezza.

Il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra, nelle sue conclusioni, ha enfatizzato l’importanza di “fare sistema” e progettare il futuro con condivisione e consenso sociale, collaborando con sindacati, imprese e istituzioni. Ha ribadito che la partecipazione dei lavoratori è cruciale per lo sviluppo e la coesione della Capitale. Sbarra ha sottolineato l’importanza di cogliere le opportunità degli investimenti per favorire occupazione stabile e di qualità, garantire maggiore sicurezza nei cantieri e aumentare i salari, legando insieme solidarietà e competitività, tutele e produttività, innovazione e coesione sociale. Il Giubileo 2025 dovrà far emergere una Capitale del Nuovo Millennio, inclusiva e sostenibile.

, , , , , , , ,
Giovanni Currado

Giovanni Currado

Responsabile editoriale dell'agenzia Agr Srl. Giornalista e fotografo, autore di diversi reportage in Asia e Africa. Responsabile dello studio dell'immenso archivio fotografico Riccardi

Dalla Home