Governo e Sindacati a Palazzo Chigi: Nuove Misure per la Sicurezza sul Lavoro

Oggi 26 febbraio, sindacati e associazioni datoriali sono stati convocati a Palazzo Chigi per discutere delle nuove misure sulla salute...

sicurezza sul lavoro a palazzo chigi

Oggi 26 febbraio, sindacati e associazioni datoriali sono stati convocati a Palazzo Chigi per discutere delle nuove misure sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Il Ministro del Lavoro, Marina Calderone, ha anticipato un provvedimento organico per tutelare la sicurezza, specialmente in appalti e subappalti, con un potenziamento di ispezioni e sanzioni.

Secondo fonti, imprese con gravi violazioni rischiano il divieto di partecipare alle gare d’appalto (da due a cinque anni), la perdita di benefici fiscali e contributivi, sanzioni più severe per lavoro nero e irregolare, e violazioni delle norme sugli appalti. Tuttavia, sembra escluso l’introduzione del reato di omicidio sul lavoro, malgrado richieste sindacali e proposte legislative.

Il Governo intende inserire le nuove norme all’ordine del giorno del prossimo Consiglio dei Ministri, rispondendo alle richieste sindacali emerse nelle recenti mobilitazioni.

Proprio qualche giorno fa la Cisl aveva proposto un “decalogo per la sicurezza”, focalizzandosi su richieste quali l’aumento degli ispettori e dei medici del lavoro, incroci di banche dati, rating delle imprese e garanzie sugli appalti. La formazione obbligatoria, sanzioni penali per le aziende inadempienti e l’estensione dei poteri dei delegati per la sicurezza sono tra le richieste chiave del sindacato guidato da Luigi Sbarra, il quale ha sottolineato la necessità di un approccio culturale, promuovendo un ampio piano di formazione, incluso nelle scuole dell’obbligo.

GUARDA LE FOTO

Il tema della sicurezza sul lavoro, amplificato dall’incidente mortale a Firenze il 16 febbraio, con cinque operai deceduti, richiede azioni normative urgenti. Il settore edile, considerato a rischio, ha visto un aumento del 76,48% di irregolarità secondo le ispezioni del 2023, con un tasso medio di irregolarità dell’85,2% per aziende coinvolte nel Superbonus 110%.

Nonostante una riduzione del 16,1% nelle denunce di infortunio, le morti nei cantieri, seppur in calo, superano mille l’anno. Il dibattito si intensifica, e le prossime decisioni governative saranno cruciali per migliorare la sicurezza nei luoghi di lavoro.

Dopo l’incontro a palazzo Chigi sulla sicurezza sul lavoro, il leader Cisl Luigi Sbarra esprime un giudizio positivo, sottolineando l’apertura del Governo al contributo sindacale per miglioramenti e integrazioni nel prossimo decreto sicurezza. La ministra Calderone ha annunciato l’intenzione di rafforzare controlli, ispezioni, assunzioni, sanzioni e investimenti, misure in parte condivisibili ma necessarie di una strategia nazionale concertata.

Luigi Sbarra spinge sul rafforzamento dei controlli e ispezioni, con l’assunzione di più personale qualificato e la promozione di una cultura della sicurezza, chiedendo di estendere le regole del Codice degli appalti ai grandi cantieri privati e di investire in formazione, prevenzione e comunicazione, anche nelle scuole.

La Cisl insiste sul potenziamento delle relazioni industriali partecipative e propone l’utilizzo totale dell’avanzo Inail, circa 3 miliardi l’anno, per progetti coerenti e il miglioramento delle rendite delle famiglie colpite.

, , , , , , , , ,
Giovanni Currado

Giovanni Currado

Responsabile editoriale dell'agenzia Agr Srl. Giornalista e fotografo, autore di diversi reportage in Asia e Africa. Responsabile dello studio dell'immenso archivio fotografico Riccardi

Dalla Home