“La versione di Elsa” di Rosa Maria Manenti al Teatro Le Sedie a Labaro

Debutterà in prima nazionale venerdì 27 ottobre 2023 alle ore 21.00 al Teatro Le Sedie – via Veientana Vetere 51/51c,...

Arianna Ninchi (foto Oliviero Godi)

Debutterà in prima nazionale venerdì 27 ottobre 2023 alle ore 21.00 al Teatro Le Sedie – via Veientana Vetere 51/51c, in zona Labaro, Municipio XV – il reading con musica dal vivo di La versione di Elsa di Rosa Maria Manenti, con Arianna Ninchi e Filippo Trentalance.

Una lettera per raccontare la verità. La sua verità. Per dar voce a Elsa De Giorgi (1914-1997), attrice affascinante e bellissima che, dal 1955 al 1958, entrò nella vita di Italo Calvino (1923-1986), divenendone il “Raggio di sole”. Una lettera che prende spunto da Ho visto partire il tuo treno, il libro che E. De Giorgi scrisse nel 1992, consegnando al lettore/lettrice le sue memorie, le sue considerazioni sulla vita e sull’amore.

La versione di Elsa debutta in prima nazionale nell’ambito della rassegna “Calvino Itinerante” – organizzata in occasione del centenario della sua nascita, che ricorreva lo scorso 15 ottobre -, curata da Tatiana Marchisio e Andrea Pergolari, in collaborazione con Biblioteche di Roma, Associazione Il Rinoceronte, CRT Scenamadre, Puntocritico, Officina Pasolini, Teatro dell’Ascolto, Teatro Le Sedie.

Elsa De Giorgi conosce Calvino nel 1955 a Firenze, dove lei abita con il marito Sandrino Contini Bonacossi. Segue un incontro, organizzato dalla Einaudi, intenzionata a pubblicare il libro (I coetanei) che Elsa ha scritto sulla Resistenza. Da quel momento lei, attrice famosa, affascinante e bellissima, entra nella vita di Calvino, rompendone le grigie abitudini da «funzionario d’industria, sia pur poeta». Elsa è il “Raggio di sole” che riverbera la sua luce e la sua gioia sulla introspezione tutta ligure di Calvino. Si amano per qualche anno; lo testimoniano più di quattrocento lettere, che la grande studiosa Maria Corti ha definito «il carteggio d’amore più bello del Novecento italiano»; lettere conservate nel Fondo Manoscritti di Pavia, in piccolissima parte diffuse nel 1990 da  E. De Giorgi attraverso la rivista «Epoca», e mai pubblicate in volume per volontà degli eredi di Calvino.

La versione di Elsa giunge a teatro e porta allo spettatore/spettatrice la voce potente di una donna coltissima, indomita, coraggiosa, per consegnare un messaggio di verità. Il tramite è quello di una lettera (potrebbe essere altrimenti?) che è un flusso ininterrotto di memorie e di emozioni, a ricordare un amore che un certo milieu intellettuale ha voluto dimenticare, se non negare. «Le lettere d’amore si difendono da sé», ha detto Moravia. E l’autrice di La versione di Elsa, Rosa Maria Manenti, lo racconta in un gioco sapiente, che prende spunto dalle poche lettere del carteggio che hanno trovato la via della pubblicazione, e dal libro Ho visto partire il tuo treno, recentemente riproposto da Feltrinelli, e con cui, nel 1992 e senza rimpianto, una settantasettenne De Giorgi consegnò al lettore/lettrice le sue considerazioni sull’arte, sulla vita e sull’amore. In La versione di Elsa le parole a volte diventano spade pronte a ferire, implacabili. Elsa non ha paura della sua verità.

La versione di Elsa di Rosa Maria Manenti – interpreti: Arianna Ninchi e Filippo Trentalance – rimarrà in scena al Teatro Le Sedie fino a domenica 29 ottobre 2023 (orario: venerdì 27 e sabato 28, ore 21.00; domenica 29, ore 18.00).

www.teatrolesedie.it

info@teatrolesedie.it

, , , , , , ,
Alessandro Poggiani

Alessandro Poggiani

Classe 1986, storico del cinema e giornalista pubblicista, appassionato di courtroom dramas, noir, gialli e western da vent'anni circa, ha lavorato come battitore per libri, saggi e articoli, e come segretario di produzione per un docufilm su Pier Paolo Pasolini. Dopo un master in Editoria e Giornalismo, ha collaborato con il Saggiatore, con la Dino Audino editore e con AGR. Attualmente lavora come redattore freelance, promotore di eventi culturali e fotografo in occasione di incontri, dibattiti, presentazioni di libri, fiere librarie e vernissages.

Dalla Home