Legge Finanziaria 2024: Analisi delle misure e il dibattito dell’UGL

L’attenzione sulle disposizioni della Legge Finanziaria 2024 è stata al centro di un dibattito nell’evento promosso dal sindacato UGL. Il...

Francesco Paolo Capone Luigi Ulgiati e Fiovo Bitti.
Francesco Paolo Capone Luigi Ulgiati e Fiovo Bitti.

L’attenzione sulle disposizioni della Legge Finanziaria 2024 è stata al centro di un dibattito nell’evento promosso dal sindacato UGL. Il tema “Disegno di legge di Bilancio 2024. Luci e ombre di una Manovra con un forte impatto sociale” è stato affrontato dal Segretario Generale dell’UGL, Francesco Paolo Capone, il Vicesegretario Generale Luigi Ulgiati e il Consigliere del Cnel, Fiovo Bitti.

Secondo il Segretario Generale dell’UGL, Paolo Capone, l’orientamento della Legge di Bilancio, approvata dal Consiglio dei Ministri e ora in esame al Senato, risulta, nel complesso, condivisibile. Le misure proposte, a suo dire, avranno un impatto sociale di notevole rilevanza, contribuendo al rafforzamento del potere d’acquisto dei lavoratori, minacciato dall’incremento dell’inflazione. Capone ha espresso apprezzamento per il taglio del cuneo contributivo del 7% per redditi da lavoro dipendente fino a 25.000 euro e del 6% per redditi fino a 35.000 euro.

Tra le disposizioni considerate rilevanti dall’UGL, vi è la conferma della detassazione agevolata sugli accordi collettivi di produttività al 5%, la detassazione dei fringe benefits fino a 2.000 euro per lavoratori con figli, il rinnovo dei contratti collettivi per le amministrazioni statali e il Servizio Sanitario, insieme alla conferma delle garanzie sui mutui per la prima casa. Sul fronte del welfare, Capone ha sottolineato l’importanza del rifinanziamento della Carta acquisti solidale ‘Dedicata a te’ per famiglie in difficoltà economiche, con almeno tre componenti, con uno stanziamento previsto di 600 milioni di euro. Tra le altre misure, vi è l’aumento del bonus asilo nido fino a 2.100 euro dopo il secondo figlio, 280 milioni di euro destinati agli ammortizzatori sociali, il potenziamento del bonus sociale elettrico e l’allocazione di 50 milioni di euro per derrate alimentari.

Capone ha sottolineato l’importanza di risorse aggiuntive destinate al fondo per il fabbisogno standard del Servizio Sanitario Nazionale, pari a 3 miliardi di euro per il 2024, oltre allo stanziamento di 11,630 miliardi di euro nel periodo 2024-2032 per la realizzazione del ponte sullo Stretto di Messina.

Tuttavia, per quanto riguarda il capitolo pensioni, il leader dell’UGL ha evidenziato alcune criticità. Ha sottolineato la maggiore complessità nell’uscita anticipata con la proroga di Quota 103 e le finestre di tempo prolungate a sette mesi per il lavoro privato e nove mesi per quello pubblico, insieme all’incremento fino a 5 mesi di attesa per l’Ape sociale e fino a un anno in più per Opzione donna. Capone ha richiamato la necessità di avviare una riforma coraggiosa del sistema previdenziale, fondata su principi di equità e sulla tutela dei diritti acquisiti dai lavoratori. In questo contesto, ha sottolineato l’importanza dell’impegno ribadito dal Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Claudio Durigon, per la realizzazione di Quota 41 e il superamento della riforma Fornero, al fine di garantire flessibilità in uscita e un ricambio generazionale efficace.

, ,
Redazione Agrpress

Redazione Agrpress

Dalla Home