Lo Stemma: emozioni e scoperte letterarie al MAXXI con Fulvio Abbate

Il 5 aprile, Roma è stata il palcoscenico di un evento straordinario: il MAXXI ha accolto la presentazione del nuovo...

Fulvio Abbate al Maxxi presenta Lo Stemma

Il 5 aprile, Roma è stata il palcoscenico di un evento straordinario: il MAXXI ha accolto la presentazione del nuovo romanzo intitolato “Lo Stemma”, edito dalla rinomata casa editrice La Nave di Teseo e firmato da Fulvio Abbate. L’evento ha visto la partecipazione di illustri personalità come Bruno Giurato e Lorenza Foschini, mentre il presidente del MAXXI, Alessandro Giuli, ha dato il benvenuto agli ospiti.

“Lo Stemma” è molto più di un semplice romanzo; è un grido contro la banalità della narrazione, un’opera maestosa che solleva il lettore dall’incubo della mediocrità. Il romanzo segue la storia di Costanza Redondo di Cosseria, una donna che si trova coinvolta in un mistero oscuro quando dei messaggi inquietanti iniziano a comparire sui muri di Palermo. Determinata a scoprire la verità dietro a questi eventi, Costanza si imbarca in un viaggio che mette in luce la complessità della natura umana e la società contemporanea.

Il romanzo è stato candidato per il prossimo Premio Strega, aggiungendo un altro importante riconoscimento alla lunga lista di successi dell’autore. Fulvio Abbate, con il suo stile lirico e visionario, ha dimostrato di essere un maestro nel dipingere ritratti affascinanti della vita contemporanea, esplorando temi che vanno dalla storia di Palermo alla guerra civile spagnola, dalla figura di Pier Paolo Pasolini alla città di Roma come luogo di indagine antropologica.

“Lo Stemma” è un’opera che offre una critica acuta della società contemporanea, con personaggi eccentrici e situazioni surreali che catturano l’attenzione del lettore fin dalle prime pagine. Con questo romanzo, Fulvio Abbate conferma il suo status di uno degli scrittori più interessanti e originali del nostro tempo.

, , ,
Maurizio Riccardi

Maurizio Riccardi

Fotografo, giornalista, direttore del Gruppo AGR, di cui fanno parte: l'agenzia fotografica AGR, il magazine online Agrpress.it, l'Archivio Riccardi, la sezione Audiovsivi / web e la sezione Comunicazione.Nasce a Roma nel 1960, si può dire nella camera oscura del padre, anche lui noto fotografo della "Dolce Vita". 

Dalla Home