Made in Immigritaly: al CNEL il rapporto sui lavoratori immigrati nell’agroalimentare

Il 10 aprile, presso il CNEL a Roma, si terrà la presentazione del primo rapporto di ricerca dedicato ai lavoratori...

Made in Immigritaly

Il 10 aprile, presso il CNEL a Roma, si terrà la presentazione del primo rapporto di ricerca dedicato ai lavoratori immigrati nell’agroalimentare italiano, intitolato “Made in Immigritaly”. L’evento, programmato dalle 10:30 alle 13:00, sarà un’importante occasione per discutere dei temi legati all’immigrazione e al lavoro nel settore agricolo.

La presentazione vedrà la partecipazione di Renato Brunetta, Presidente del CNEL, l’Onorevole Francesco Lollobrigida, Ministro dell’Agricoltura e delle Foreste, e l’Onorevole Marina Elvira Calderone, Ministra del Lavoro e delle Politiche Sociali, Onofrio Rota, Segretario generale FAI-CISL,  Maurizio Ambrosini, docente all’Università degli Studi di Milano, Paolo Naso, docente alla Sapienza Università di Roma, Ilaria Valenzi, ricercatrice alla Sapienza Università di Roma. Modera l’incontro Claudio Paravati, Direttore del Centro Studi Confronti, mentre le conclusioni sono affidate al Segretario generale della CISL Luigi Sbarra

Il rapporto “Made in Immigritaly”, commissionato dalla FAI-CISL e curato dal Centro Studi Confronti, offre un’analisi approfondita sulle dinamiche del lavoro immigrato nel settore agroalimentare italiano. Attraverso 511 pagine di dati, analisi e proposte, il rapporto esplora i vari aspetti del fenomeno, dalle criticità alle opportunità di integrazione e cooperazione sul luogo di lavoro.

Il rapporto Made in Immigritaly si annuncia come un documento fondamentale per approfondire la complessità di questa tematica e per promuovere un dibattito costruttivo sul futuro del lavoro e dell’immigrazione in Italia.

, , , , , , , , ,
Giovanni Currado

Giovanni Currado

Responsabile editoriale dell'agenzia Agr Srl. Giornalista e fotografo, autore di diversi reportage in Asia e Africa. Responsabile dello studio dell'immenso archivio fotografico Riccardi

Dalla Home