Maestre Ribelli nella III edizione di Visionarie

Un progetto ideato e diretto da Giuliana Aliberti. Cinema, scrittura e letteratura a confronto, l’arte di fare cinema al femminile....

Un progetto ideato e diretto da Giuliana Aliberti. Cinema, scrittura e letteratura a confronto, l’arte di fare cinema al femminile.

Venerdì 16 e sabato 17 giugno tornerà a Palazzo Merulana, a Roma,Visionarie con il patrocinio di Rai Fiction e la media partnership di Rai Movie.

Due giorni tutti al femminile all’insegna delle “Maestre ribelli, con la partecipazione di registe, sceneggiatrici, scrittrici, produttrici, attrici e studentesse delle Scuole di Cinema, in quel continuo scambio intergenerazionale che caratterizza Visionarie fin dalla prima edizione.

La terza edizione di “Visionarie”, ideato e diretto da Giuliana Aliberti, avvocato esperta in diritto d’autore, è un omaggio alle “Maestre ribelli”: pensatrici, scrittrici, registe, intellettuali, che per prime hanno trovato le parole per mostrare, rivelare, svelare e indicare la strada alle generazioni più giovani, anche in quel conflitto fra i sessi che agita la società da tempi immemori.

«Visionarie è uno spazio di incontro e di discussione sul potere dello sguardo femminile e su come il genere possa influenzare la narrazione, è la festa dell’incontro, dello scambio intergenerazionale, della tessitura di fertili rapporti fra donne che lavorano negli stessi settori ed è anche uno spazio di riflessione e di denuncia. Metterò a disposizione questo spazio per concretizzare con azioni positive quel lavoro di denuncia delle Associazioni dell’audiovisivo e del teatro, su abusi e molestie, discriminazioni di genere sbilanciamenti economici che affliggono da sempre anche lo scintillante mondo del cinema e del teatro», dichiara la presidente della manifestazione Giuliana Aliberti.

Filo conduttore della prima giornata è la “Rivoluzione del #METOO”; il problema della violenza di genere nel settore del cinema e dell’audiovisivo, verrà affrontato in uno spazio di discussione e confronto, aperto alle Associazioni di categoria delle donne del cinema e del teatro, alle professioni del cinema e alle Istituzioni.

Fra i panel di venerdì 16 giugno la presentazione ed il lancio de “La Scuola di Visionarie”, un progetto nato in collaborazione con l’Università degli Studi Roma Tre – Dipartimento di Scienze della Formazione. Un percorso che si svilupperà nell’arco di un intero anno in una virtuosa interazione e collaborazione fra le docenti di Roma Tre, la civica Scuola di Cinema di Milano “Luchino Visconti”, registe e sceneggiatrici, fra le quali, per iniziare, Anna Negri e Monica Zappelli, con workshop e lezioni negli spazi di Palazzo Merulana e dell’Università Roma Tre.

Seguirà, con la proiezione in anteprima della clip Margherita delle stelle(produzione Rai Fiction/Minerva Pictures), l’incontro “Maestre Ribelli nelle serie TV- Margherita Hack e le altre” con la Direttrice di Rai Fiction Maria Pia Ammirati e la protagonista della Serie, Cristiana Capotondi.

Chiuderanno la giornata lo speciale incontro con Jasmine Trinca e Celine Sciamma, le quali dialogheranno sulla riscrittura del cinema al femminile, sul tema del “materno” con la scrittrice Nadia Fusini, supportate dalla proiezione del cortometraggio di Jasmine Trinca, , e la visione finale del lungometraggio di Céline Sciamma, Petite Maman.

La giornata di sabato 17 giugno si aprirà  alle ore 11.00 con La prima è stata Alice, omaggio ad Alice Guy, realizzatrice del primo film di finzione della storia del cinema e prima regista donna, con proiezione di clip raccontate dalla Prof. Veronica Pravadelli (docente di teorie del Cinema e del Film dell’Università Roma Tre) e con “Maestre” alla presenza di Dacia Maraini; un riconoscimento alle pensatrici, scrittrici registe che per prime hanno trovato le parole per mostrare, rivelare, svelare, indicare la strada alle generazioni più giovani. Fra loro la proiezione di clip, commentate dalla Prof. V. Pravadelli, di Agnes Varda, Marta Metzaros, Margarethe Von Trotta, Marguerite Duras, Helena Sanders, Liliana Cavani, Lina Wertmüller.

A seguire nel pomeriggio, “La forza di scegliere la disobbedienza” parte prima omaggio ad Alda Merini con letture di Iaia Forte e la proiezione di una clip dal documentario Alda MeriniLa musica delle parole, realizzato per la serie Illuminate, prodotto da Gloria Giorgianni e clip da La pazza della porta accanto, con il commento della regista Antonietta de Lillo.

Seguirà “La forza di scegliere la disobbedienza” parte seconda, con Primadonna, opera prima di Marta Savina, la storia di Lia Crimi, che, nella Sicilia degli anni Sessanta, ha lottato contro le leggi imposte dal potere maschile. Se ne parlerà con la regista, gli attori protagonisti Claudia Gusmano e Dario Aita e con Fabio Ferzetti.

Visionarie chiuderà con la consegna del Premio Millenial Visionaria, consegnato dalla ideatrice di Visionarie Giuliana Aliberti e dalla Console Onoraria di Svezia Anna Kristina Kappelin.

Fanno parte del comitato d’onore di Visionarie la regista neozelandese Jane Campion, la giornalista e politica Luciana Castellina (presidente onoraria dell’ARCI dal 2014), la regista Liliana Cavani, la scrittrice, poetessa, drammaturga e sceneggiatrice Dacia Maraini, l’artista iraniana Shirin Neshat.

Parteciperanno al comitato scientifico, oltre alla presidente Giuliana Aliberti,la sceneggiatrice Gloria Malatesta, la regista Anna Negri, la presidente dell’Istituto Luce-Cinecittà Chiara Sbarigia, la direttrice di “Alice nella città”Fabia Bettini, la presidente di APA (Associazione Produttori Audiovisivi)Antonella Barbieri, la giornalista e critica cinematografica Gabriella Gallozzi, la Presidente di WIFTMI Domizia De Rosa e la collezionista Marilena Citelli Francese.

 

Il programma

Maestre ribelli 

Venerdì 16 giugno

Ore 10.30

Saluti di benvenuto: Letizia Casuccio (Direttrice Generale Coopculture) e Giuliana Aliberti (fondatrice di Visionarie)

La Rivoluzione del #Metoo/ Il diritto di dire “NO”

Introduce e coordina: Giuliana Aliberti

 

Lo squilibrio di genere

Celeste Costantino (coordinatrice Osservatorio sulla parità di genere del MIC)

 

Il ruolo delle Istituzioni

Sen. Lucia Borgonzoni (Sottosegretaria di Stato per i beni e le attività culturali e per il turismo (in attesa di conferma), Celeste Gugliandolo (coordinatrice Spettacolo dal vivo SLC-CGIL Roma e Lazio)

Chiara Sbarigia (Presidente di Cinecittà-Luce)

 

La testimonianza delle professioni

Fabia Bettini (direttrice artistica “Alice nella città”), Cristiana Capotondi (attrice), Gloria Giorgianni (produttrice Anele), Laura Muccino (Presidente Unione Italiana Casting Director), Costanza Quatriglio (regista e direttrice artistica Centro Sperimentale di Cinematografia – sede Sicilia), Paola Randi (Regista), Monica Rametta (sceneggiatrice), Riccardo Tozzi (Produttore Cattleya)

 

Il ruolo delle associazioni di categoria e dell’attivismo

Antonella Barbieri (Direttrice Generale APA), Gianluca Curti (Presidente CNA Cinema e Audiovisivo), Giulia Rosa D’Amico (Presidente Mujeres nel Cinema), Francesca De Martini (Direttivo UNITA – Unione Nazionale Interpreti Teatro e Audiovisivo), Domizia De Rosa (Presidente WIFTMIWomen in Film Television & Media Italia), Francesca Medolago (Segretaria Generale ANICA), Laura Tedesco (direttivo AMLETA)

 

Ore 15.00

La Scuola di Visionarie, presentata da Giuliana Aliberti

Interverranno: Prof. Barbara De Angelis (Dip.to di Scienze della FormazioneDelegata per le Politiche dell’inclusione, Università Roma Tre), Prof. Raffaella Leproni (Dip.to di Scienze della Formazione, Università Roma Tre), Giorgia Priolo (Docente Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti), Anna Negri(regista), Monica Zappelli (sceneggiatrice)

 

Ore 16.30

Maestre Ribelli nelle serie tv – Margherita Hack e le altre

Maria Pia Ammirati (Direttrice Rai Fiction), Cristiana Capotondi (attrice)

Proiezione in anteprima della clip: Margherita delle stelle (una coproduzione Rai Fiction-Minerva Pictures)

Coordinerà Federica Fabbiani (giornalista)

 

Ore 18.00

“Mi domando che madri avete avuto”

Introdurrà Giuliana Aliberti

Proiezione del cortometraggio di Jasmine Trinca Being my mom (10’)

Céline Sciamma (regista) e Jasmine Trinca (attrice e regista)

Dialogheranno con Nadia Fusini (scrittrice)

Coordina Viola Lo Moro (Poeta)

 

Ore 20.30

Proiezione del lungometraggio di Céline Sciamma Petite Maman (72’)

 

Sabato 17 giugno

Ore 11.00

 

La prima è stata Alice

Omaggio ad Alice Guy

Proiezione clip da: Madame a des envies, La fée au choux, Les résultasts du feminisme

Raccontate dalla Prof. Veronica Pravadelli (Docente di Teorie del Cinema e del Film – Università Roma Tre)

 

Maestre

Omaggio alle pensatrici, scrittrici registe che per prime hanno trovato le parole per mostrare rivelare svelare, indicare la strada alle generazioni più giovani.

Dacia Maraini (scrittrice)

Proiezione clip dalle opere di: Agnès Varda, Vera Chytilovà, Marguerite Duras, Sally Potter, Chantal Ackerman, Margarethe Von Trotta, Liliana Cavani, Lina Wertmüller

Raccontate dalla Prof. Veronica Pravadelli

Sarah Silvagni (coordinatrice Corso di Recitazione – Scuola G.M. Volonté)

Paola Sangiovanni (Coordinamento Artistico e didattico – Scuola G.M. Volonté)

Intervengono le ex alunne della Scuola G.M. Volonté Giulia Cacchioni (regista) e Anna Coccoli (regista)

 

Ore 15.00

La forza di scegliere la disobbedienza – parte prima

Omaggio a Alda Merini

Letture di Iaia Forte

Proiezione clip da: Alda Merini, la musica delle parole di Alessandra Cravetto e Marco Spagnoli per la regia di Marco Spagnoli per la serie Illuminate e prodotto da Gloria Giorgianni con Claudia Gerini  – “La pazza della porta accanto”, regia di Antonietta De Lillo

Coordinerà Antonietta De Lillo

 

Ore 17.00

La forza di scegliere la disobbedienza – parte seconda

Introdurrà Giuliana Aliberti

Proiezione del cortometraggio di Marta Savina Viola, Franca (16’)

Presentazione di Primadonna, opera prima di Marta Savina alla presenza della regista, della protagonista Claudia Gusmano e del coprotagonista Dario Aita

Coordinerà Fabio Ferzetti

 

Premio Millennial Visionaria: premieranno Anna Kristina Kappelin(Console Onorario di Svezia) e Giuliana Aliberti (fondatrice di Visionarie)

 

Ore 20.30

Proiezione del film di Marta Savina, Primadonna (102’), prodotto da Virginia Valsecchi

 

 

, ,
Madia Mauro

Madia Mauro

Esperta di Comunicazione, promuove eventi culturali e scrive di attualità, arte, fotografia, musica e spettacolo.  

Dalla Home