“Mio papà dipinge parole” di Sandra Siemens

Mio papà dipinge parole (Caissa Italia Editore) di Sandra Siemens, con illustrazioni di Amanda Mijangos e traduzione di Yuri Garrett, è il racconto poetico delle...

Cover "Il mio papà dipinge parole"

Mio papà dipinge parole (Caissa Italia Editore) di Sandra Siemens, con illustrazioni di Amanda Mijangos e traduzione di Yuri Garrett, è il racconto poetico delle giornate di un giovane mexica che studia per diventare un tlacuilo (scriba), proprio come suo padre che fa il lavoro il più bello del mondo perché dipinge parole. 

Un giorno anche lui disegnerà le parole dei saggi sulla preziosa carta atzeca chiamata “amatl”. 

Il libro parla di un luogo e di un tempo lontani, prima che gli spagnoli arrivassero nelle terre del Messico. E descrive con delicatezza il rapporto di profondo contatto fra un papà e suo figlio, sottolineando l’importanza di un mestiere tramandato di generazione in generazione e la necessità di conoscere per conservare memoria e identitàIl piccolo protagonista di questo colorato albo illustrato sa che le parole, tutte le parole, hanno valore, sono trasparenti come farfalle e bisogna stare molto attenti quando ci passano vicine. Per riuscire a prenderle e ad ascoltare quello che dicono basta schiudere le orecchie come si schiude il mattino. Solo così un tlacuilo potrà dipingerle nei libri sacri. 

Il bambino prende per mano il giovane amico lettore e lo conduce nella bottega paterna, mostrandogli con orgoglio le tradizioni e la storia del suo popolo, partendo proprio dalla scrittura, strumento prezioso del sapere. Spiega che i mexica hanno due gambe, due braccia, un naso e dieci dita delle mani e dei piedi proprio come le persone che vivono al di là della foresta. I loro giorni si chiamano Lucertola, Vento, Serpente, Cervo, Acqua, Cane e il papà dipinge usando due inchiostri importanti, il rosso e il nero, ricevuti in eredità. Un giorno saranno suoi. I libri si chiamano amoxtli e sono lunghe strisce di amatl o pelle di cervo, che vengono preparate con cura. Prima di iniziare a dipingere un buon tlacuilo deve saper scegliere la carta giusta, perché è lì che dormono le parole. Se la carta non è buona svaniranno; se è buona avranno un sonno dolce e lungo.

Il libro è un viaggio melodioso che parte dal racconto della parola e arriva al cuore. Il lavoro dello scrittore è un mestiere gentile e generoso perché mette a disposizione degli altri il proprio sentire. I libri custodiscono tesori, storie e suoni che si risveglieranno e parleranno alle persone. E narreranno, attraverso parole belle, quello che sappiamo e come siamo stati, per sempre. 

Mio papà dipinge parole di Sandra Siemens, pubblicato da Caissa Italia Editore (Cesena) – illustrazioni: Amanda Mijangos; traduzione: Yuri Garrett; pp. 32; euro 16,50 -, è disponibile in libreria e online da settembre 2023.

, , , ,
Madia Mauro

Madia Mauro

Esperta di Comunicazione, promuove eventi culturali e scrive di attualità, arte, fotografia, musica e spettacolo.  

Dalla Home