“NauticinBlu”: il progetto di Marevivo all’Istituto nautico di Brindisi

 Si è concluso, all’Istituto nautico “Carnaro-Marconi-Flacco-Belluzzi” di Brindisi, il progetto di educazione ambientale “NauticinBlu”, promosso da Marevivo con l’obiettivo di formare i futuri...

 Si è concluso, all’Istituto nautico “Carnaro-Marconi-Flacco-Belluzzi” di Brindisi, il progetto di educazione ambientale “NauticinBlu”, promosso da Marevivo con l’obiettivo di formare i futuri esperti del mare e giunto ormai alla sua settima edizione, con il consolidato supporto di Grimaldi Lines.

L’obiettivo è quello di rafforzare le conoscenze di studenti e studentesse degli Istituti Nautici sul complesso rapporto fra crescita economica, transizione ecologica e mantenimento degli equilibri naturali: è fondamentale, oggi più che mai, investire nel potenziale di questi ragazzi e ragazze come principali sostenitori e fautori del cambiamento, perché saranno loro i futuri operatori del mare

In particolare, all’Istituto Nautico di Brindisi, studenti e studentesse sono stati impegnati in una full immersionsui temi del mare, con lezioni frontali e laboratori didattici su temi urgenti e attuali legati al mare e al cambiamento climatico.

Dopo la presentazione del progetto a cura del Prof. Cataldo Pierri (docente dell’Università di Bari e membro del Comitato Scientifico di Marevivo), si sono alternati Roberta Trani e Luca Giannattasio della Delegazione Marevivo Puglia e la Prof.ssa Stefania Lisco (Ricercatrice Università di Bari), per un’introduzione sull’importanza di mari e oceani e dell’ecosistema spiaggia per la salute del Pianeta. La Dott.ssa Paola Pino d’Astore (responsabile del Centro Recupero Fauna Selvatica della provincia di Brindisi), ha parlato invece della ricchezza di biodiversità della regione Puglia, mentre l’ingegner Emanuele La Ragione di Grimaldi Lines, in collegamento online, ha sottolineato il ruolo dell’impegno strategico di sostenibilità nel settore del trasporto marittimo.

«Il Gruppo Grimaldi e Marevivo collaborano insieme per promuovere iniziative e sensibilizzare le future generazioni alle tematiche di sostenibilità ambientale, attraverso progetti e percorsi di educazione all’ambiente e allo sviluppo sostenibile finalizzati alla corretta gestione delle risorse naturali per la salvaguardia del mare. Oltre che alla qualità e all’efficienza dei servizi offerti, come Gruppo dedichiamo grande attenzione alle tematiche ambientali, facendoci promotori e pionieri negli ultimi anni di progetti mirati alla riduzione delle emissioni dirette prodotte dalle navi gestite, nonché progetti di sostenibilità ambientale», ha dichiarato Emanuele La Ragione.

Guidati dagli operatori Marevivo della Delegazione locale, studenti e studentesse sono stati inoltre i protagonisti prima di una pulizia della spiaggia del Cavallino Bianco e poi di una visita guidata a bordo di una delle navi Grimaldi Lines nel porto di Brindisi.
 

«La Blue Economy si basa sulla sostenibilità marina e richiede una solida base di conoscenze e competenze. In questo contesto, è proprio l’educazione a giocare un ruolo cruciale», ha dichiarato Maria Rapini, Responsabile nazionale del progetto per Marevivo. «Per affrontare le sfide ecologiche in corso e prepararsi per un futuro sostenibile, è essenziale che le nostre scuole siano il terreno in cui germogliano le conoscenze per gestire responsabilmente i nostri oceani».

, , , , , , , , , , ,
Madia Mauro

Madia Mauro

Esperta di Comunicazione, promuove eventi culturali e scrive di attualità, arte, fotografia, musica e spettacolo.  

Dalla Home