“NauticinBlu”: il progetto di Marevivo che forma i futuri esperti del mare

Ultima giornata, all’Istituto Nautico “Nino Bixio” di Piano di Sorrento, per il progetto di educazione ambientale NauticinBlu, promosso da Marevivo e giunto ormai...

gruppo Marevivo Istituto Nautico Piano di Sorrento

Ultima giornata, all’Istituto Nautico “Nino Bixio” di Piano di Sorrento, per il progetto di educazione ambientale NauticinBlupromosso da Marevivo e giunto ormai alla sua settima edizione, con il consolidato supporto di MSC Foundation del Gruppo MSC.

L’obiettivo è quello di integrare e rafforzare le conoscenze di studenti e studentesse degli Istituti Nautici sul complesso rapporto tra crescita economica, transizione ecologica e mantenimento degli equilibri naturali: è fondamentale, oggi più che mai, investire nel potenziale di questi ragazzi e ragazze come principali sostenitori e fautori del cambiamento, perché saranno loro i futuri operatori del mare.

A questo proposito, le scuole coinvolte nel progetto ospiteranno la mostra di Marevivo “Only One: One Planet, One Ocean, One Health”, realizzata in collaborazione con la Marina Militare Italiana e la Fondazione Anton Dohrn; un percorso didattico su pannelli che illustra i punti fondamentali di una efficace transizione ecologica e spiega come è possibile attuarla.

Quest’anno, “NauticinBlu” coinvolgerà venti Istituti Nautici italiani e approderà nelle scuole di Portogallo, Spagna e Grecia. In particolare, all’Istituto Nautico “Nino Bixio” di Piano di Sorrento studenti e studentesse sono stati impegnati in una full immersion sui temi del mare, con lezioni frontali e laboratori didattici sui temi della transizione ecologica e dell’economia circolare, dell’importanza di mari e oceani per la salute del Pianeta, con un focus sul tema delle Aree Marine Protette e una visita al Museo e all’Acquario della Stazione Zoologica Anton Dohrn, guidati dal Prof. Ferdinando Boero, Presidente Fondazione Dohrn e Vicepresidente Marevivo. A conclusione delle attività, si è svolta una giornata di monitoraggio e pulizia della spiaggia di Marina di Cassano, guidata dagli operatori di Marevivo, in collaborazione con l’Area Marina Protetta di Marina Campanella. L’evento finale sarà una visita a bordo di una delle navi da crociera di MSC nel Porto di Napoli.

L’impegno di Marevivo, e della partnership con MSC Foundation per questo progetto, è quello di fornire alla nuova Generazione Z gli strumenti necessari per essere artefici del cambiamento, diventando l’esempio dell’innovazione culturale necessaria a rendere il presente più equo e il futuro più sostenibileAd oggi, i giovanissimi coinvolti hanno bonificato un totale di novanta spiagge in Italia e raccolto circa quattromila kg di plastica e altri rifiuti.

«La Blue Economy si basa sulla sostenibilità marina e richiede una solida base di conoscenze e competenze. In questo contesto, è proprio l’educazione a giocare un ruolo cruciale».  Ha dichiarato Maria Rapini, Segretario Generale Marevivo Referente nazionale del progetto «Per affrontare le sfide ecologiche in corso e prepararsi per un futuro sostenibile, è essenziale che le nostre scuole siano il terreno in cui germogliano le conoscenze per gestire responsabilmente i nostri oceani».

«MSC e Marevivo collaborano dal 2015 per promuovere l’educazione di bambini e ragazzi alla salvaguardia del mare», spiega Daniela Picco, Direttore Esecutivo della Fondazione MSC «Abbiamo contribuito alla realizzazione del programma “NauticinBlu” e lo sosteniamo perché crediamo fermamente che questi studenti saranno i futuri campioni dei nostri mari e del Pianeta Blu. Il progetto rientra nel nostro impegno di collaborare tutti insieme per un futuro sostenibile».

, , , , ,
Madia Mauro

Madia Mauro

Esperta di Comunicazione, promuove eventi culturali e scrive di attualità, arte, fotografia, musica e spettacolo.  

Dalla Home