Non guardare fuori dal finestrino: ecco la lezione della ragazza del treno

Si dice che i sognatori si riconoscano proprio da questo: dal loro scegliere sempre il posto vicino al finestrino. E...

La ragazza del treno

Si dice che i sognatori si riconoscano proprio da questo: dal loro scegliere sempre il posto vicino al finestrino. E non c’è dubbio che Rachel, la protagonista del libro “La ragazza del treno”, edito in Italia da Piemme, appartenga proprio a questa categoria. Divorziata, delusa, profondamente sola, la donna prende il prende il treno ogni mattina per dirigersi verso il suo luogo di lavoro, lavoro che però ha perso diversi mesi prima. Il suo è quindi, a tutti gli effetti, un viaggio a vuoto. E perché lo fa, allora?

Perché vuole che Cathy, la ragazza che la ospita, pensi che stia facendo di tutto per rimettersi in carreggiata. Perché il suo lavoro (e la sua vecchia vita) le manca parecchio. Perché non sa che altro fare. Perché così sente di meno il peso del fallimento.

Tutte le mattine, dunque, percorre in treno lo stesso percorso, e tutto il suo tempo a bordo del mezzo lo passa così, con gli occhi piantati sull’orizzonte. E cosa vede? Sempre le stesse cose: alberi, case, fabbriche. E una coppia che fa colazione sul terrazzo, sempre alla stessa ora, ogni giorno. Rachel li guarda con invidia, perché sembrano felici e innamorati. Arriva addirittura ad attribuire loro dei nomi inventati: per lei, quell’uomo si chiama Jason e quella donna Jess.

Un giorno, però, qualcosa cambia: in città si sparge la notizia che una donna di nome Megan Hipwell è scomparsa, e che il sospettato principale è suo marito. Non ci vuole molto prima che Rachel si renda conto che Megan è la donna che vede tutte le mattine. Paula Hawkins, autrice del libro, costruisce una storia ingegnosa e imprevedibile, dove ogni avvenimento sembra contraddire solo apparentemente quello precedente. Chi legge si trova spiazzato, crede di aver capito male, fino a quando, alla fine, tutto si incastra in un puzzle definitivo. E molto, molto più inquietante del previsto.

,
Chiara Cecere

Chiara Cecere

Dalla Home