Non Una Di Meno: 500mila persone contro la violenza sulle donne

Un’imponente folla di circa 500.000 persone si è riversata per le strade di Roma in occasione della manifestazione organizzata da...

manifestazione donne 25 novembre colosseo
Foto © AGR

Un’imponente folla di circa 500.000 persone si è riversata per le strade di Roma in occasione della manifestazione organizzata da ‘Non Una Di Meno’ per denunciare e condannare la violenza perpetrata contro le donne. Il corteo ha preso avvio dal Circo Massimo e ha attraversato il centro storico della città, transitando per simboli iconici come il Colosseo, per poi raggiungere piazza San Giovanni. Durante l’intero evento, sono state messe in atto numerose iniziative e coreografie da parte di ‘Non Una Di Meno’ e di altre associazioni femministe, tutte mirate a porre l’accento sull’urgenza di porre fine alla violenza di genere e ai femminicidi.

Tuttavia, la giornata non è stata esente da momenti di forte tensione, soprattutto nei pressi della sede di Pro Vita & Famiglia, ubicata in viale Manzoni. L’edificio è stato oggetto di lanci di bottiglie e fumogeni, con le forze dell’ordine schierate a protezione del luogo. Nonostante la presenza di mezzi blindati e agenti in tenuta antisommossa, diverse manifestanti hanno dichiarato di essere state oggetto di aggressioni da parte delle forze dell’ordine, che avrebbero fatto uso di manganelli.

La protesta ha suscitato polemiche anche riguardo al manifesto politico del movimento, accusato di contenere stereotipi anti-israeliani e di potenzialmente configurarsi come antisemita. Questa situazione ha generato critiche riguardo alla trasformazione di una manifestazione finalizzata a promuovere una causa nobile come la libertà e la dignità delle donne in un evento assimilabile a un corteo da parte di centri sociali.

, , ,
Maurizio Riccardi

Maurizio Riccardi

Fotografo, giornalista, direttore del Gruppo AGR, di cui fanno parte: l'agenzia fotografica AGR, il magazine online Agrpress.it, l'Archivio Riccardi, la sezione Audiovsivi / web e la sezione Comunicazione.Nasce a Roma nel 1960, si può dire nella camera oscura del padre, anche lui noto fotografo della "Dolce Vita". 

Dalla Home