Oxfam: tassare i supericchi eliminerebbe la fame nel mondo

Un recente studio pubblicato da Oxfam sostiene che una tassa del 5% sui super ricchi dei paesi del G20 potrebbe...

Elon Musk - Oxfam
Elon Musk, secondo Forbes, al 19 febbraio 2024, con un patrimonio stimato di 205,2 miliardi di dollari, risulta essere la seconda persona più ricca del mondo.

Un recente studio pubblicato da Oxfam sostiene che una tassa del 5% sui super ricchi dei paesi del G20 potrebbe generare circa 1.500 miliardi di dollari all’anno. Questo importo, secondo l’organizzazione, sarebbe sufficiente per eliminare la fame nel mondo, supportare paesi a basso e medio reddito ad affrontare i cambiamenti climatici e raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. Inoltre, si avrebbero oltre 546 miliardi di dollari aggiuntivi da investire in servizi pubblici per combattere le disuguaglianze.

Oxfam (Oxford Committee for Famine Relief, il nome esteso in inglese) è una confederazione internazionale di organizzazioni non profit che si dedicano alla riduzione della povertà globale, attraverso aiuti umanitari e progetti di sviluppo. Ne fanno parte 18 organizzazioni di paesi diversi che collaborano con quasi 3.000 partner locali in oltre 90 nazioni per individuare soluzioni durature alla povertà e all’ingiustizia.

Il rapporto evidenzia che solo meno dell’8% delle entrate fiscali nei paesi del G20 proviene dalle tasse sulla ricchezza, mentre oltre il 32% proviene dalle tasse su beni e servizi. Oxfam sottolinea l’importanza di una tassazione equa per contrastare la crescente disuguaglianza globale.

Attualmente, i super ricchi nei paesi del G20 sono quasi quattro su cinque miliardari a livello mondiale. Tuttavia, in nazioni come Brasile, Francia, Italia, Regno Unito e Stati Uniti, essi pagano aliquote fiscali inferiori rispetto ai lavoratori medi. Il Brasile sta cercando di stringere il primo accordo globale sulla tassazione dei super ricchi per ridurre la disuguaglianza globale.

La proposta di tassazione dei super ricchi è sostenuta da diversi miliardari, come dimostra la lettera pubblicata durante il World Economic Forum. Oltre 250 miliardari hanno chiesto una tassazione più elevata sulla ricchezza per contribuire a migliorare i servizi pubblici. Questa iniziativa ha ricevuto sostegno anche nel 2022, quando un gruppo di 102 miliardari aveva firmato un appello simile.

In sintesi, Oxfam spinge per una riforma fiscale globale, sostenendo che tassare i super ricchi potrebbe essere la chiave per affrontare sfide come la fame mondiale e i cambiamenti climatici.

, , , , , ,
Giovanni Currado

Giovanni Currado

Responsabile editoriale dell'agenzia Agr Srl. Giornalista e fotografo, autore di diversi reportage in Asia e Africa. Responsabile dello studio dell'immenso archivio fotografico Riccardi

Dalla Home