Papa Francesco appello all’Ucraina: “Abbracci bandiera bianca per salvare vite”

In un’intervista rilasciata alla Radiotelevisione svizzera, Papa Francesco ha esortato l’Ucraina a considerare l’opzione di alzare la bandiera bianca e...

Papa Francesco
Foto Maurizio Riccardi © AGR

In un’intervista rilasciata alla Radiotelevisione svizzera, Papa Francesco ha esortato l’Ucraina a considerare l’opzione di alzare la bandiera bianca e intraprendere negoziati per porre fine al conflitto con la Russia. Il Pontefice ha sottolineato che questa decisione non equivale a una resa, ma rappresenta un atto coraggioso per il bene del popolo ucraino.

Il Papa ha evidenziato la possibilità di negoziare con il supporto delle potenze internazionali, citando l’offerta della Turchia di agire come mediatore. Sottolineando l’importanza di agire tempestivamente, ha chiesto all’Ucraina di superare l’orgoglio e considerare la negoziazione come un mezzo per porre fine alle sofferenze e alle perdite umane che perdurano da oltre due anni.

Il direttore della sala stampa vaticana, Matteo Bruni, ha successivamente chiarito che Papa Francesco non ha richiesto una resa dell’Ucraina, ma ha sollecitato il paese a impegnarsi per avviare i negoziati il prima possibile.

Le parole del Pontefice giungono in seguito all’ultima proposta di mediazione avanzata dal presidente turco Erdogan, che si è offerto di ospitare colloqui di pace tra Russia e Ucraina. Tuttavia, il clima a Kiev e Bruxelles sembra non essere in sintonia con tale proposta. Il presidente ucraino Zelensky ha escluso l’invito a un vertice con la Russia, evidenziando la necessità di un piano dettagliato prima di qualsiasi incontro.

La tensione è palpabile anche in campo internazionale, con il presidente francese Macron che ha discusso la possibilità di un impiego di truppe occidentali in Ucraina. Il segretario del Consiglio di sicurezza e difesa ucraina, Alexei Danilov, ha aperto alla possibilità di assistenza occidentale non solo con armi ma anche con truppe.

Papa Francesco ha esteso la sua riflessione anche al conflitto in corso nella Striscia di Gaza, criticando la guerra e sottolineando il ruolo dell’industria delle armi come causa principale dei conflitti globali. Ha enfatizzato il valore del negoziato, affermando che non è una resa ma il coraggio di evitare il suicidio del paese.

In conclusione, Papa Francesco auspica una soluzione diplomatica per l’Ucraina e invita a ritrovare l’umanità necessaria per creare le condizioni di una pace giusta e duratura. Un appello che richiama all’essenza stessa della negoziazione come strumento coraggioso per porre fine alle sofferenze umane.

, , , ,
Redazione Agrpress

Redazione Agrpress

Dalla Home