“Pellegrino e il drago”, il libro per bambini di Chiara Taormina

Su un’isola siciliana vive il drago Mangione. La sua presenza preoccupa gli abitanti, poiché la sua “famelica fame” sta distruggendo...

Pellegrino e il Drago

Su un’isola siciliana vive il drago Mangione. La sua presenza preoccupa gli abitanti, poiché la sua “famelica fame” sta distruggendo ogni cosa. Sono molte le persone che, imbracciando un’arma, provano ad eliminare la minaccia; tuttavia solo uno sbloccherà la situazione. Il vecchio Pellegrino, apparendo magicamente fra la folla, sarà in grado di regalare un dolce lieto fine.

Il personaggio di Pellegrino, da cui si ricava la metà del titolo, è certamente positivo. La sua entrata in scena, ristabilirà una sorta di asse d’equilibrio, in quella che sembrava essere una storia a finale già deciso. I suoi sentimenti verso l’altro sono positivi, accoglienti, in un atteggiamento che lascia spazio ai diversi, che tende la mano alle sofferenze. Sarà proprio lui a sbloccare la storia, e attraverso l’elemento magia, accompagnare verso casa chi si era smarrito.

Emozionante la differenza d’approccio avuta da chiunque avesse mai affrontato il drago. Molti provano, infatti, ad ucciderlo, ma nessuno, tranne Pellegrino, si rivolge allo stesso con un atteggiamento pacifico. Da qui un insegnamento fondamentale arriva ai più piccoli: la pace, infatti, sembra proprio arrivare praticando la pace. La violenza, la guerriglia, l’uso delle armi, divengono taniche di benzina su un fuoco già rovente. Il concetto di pace, viene, quindi eviscerato in maniera emozionante da un’autrice che si presta al mondo bambino, e che attraverso le sue storie è capace di creare spazi sicuri dove sognare e imparare.

Di grande impatto l’apertura alle culture diverse; verso la fine, infatti, la Sicilia presentata all’inizio, accartocciata su se stessa, sembra aprir le porte ad una miscellanea di culture differenti, in grado didi presentare un mondo di colori vividi. 

Pagina dopo pagina, il pregiudizio viene sgretolato da quella che è la sapiente penna di Chiara Taormina, in una storia in cui il cattivo, alla fine, non è colui che ha le zanne, bensì coloro i quali non intendevano praticar la pace per arrivare a giungere ad essa.

Un testo scritto per i bambini, che, nello stesso tempo, arriva al cuore dei più grandi, grazie anche alle meravigliose illustrazioni di Chiara Civati, professionista di illustrazioni per bambini, in grado non solo di dare un volto ai personaggi e alle vicende, ma anche di trasportare attraverso le sue tavole, lettori/lettrici di ogni età in un mondo che parte dalla leggenda ed arriva fino alla Sicilia di oggi.

Pellegrino e il drago di Chiara Taormina, pubblicato da Il Ciliegio edizioni – genere: letteratura per ragazzi; pp. 48 – è disponibile in libreria e online da ottobre 2023 

, , , ,
Alessandro Poggiani

Alessandro Poggiani

Classe 1986, storico del cinema e giornalista pubblicista, appassionato di courtroom dramas, noir, gialli e western da vent'anni circa, ha lavorato come battitore per libri, saggi e articoli, e come segretario di produzione per un docufilm su Pier Paolo Pasolini. Dopo un master in Editoria e Giornalismo, ha collaborato con il Saggiatore, con la Dino Audino editore e con AGR. Attualmente lavora come redattore freelance, promotore di eventi culturali e fotografo in occasione di incontri, dibattiti, presentazioni di libri, fiere librarie e vernissages.

Dalla Home