Piazza Armerina ospita il Terzo Forum internazionale per la ‘Pace, la Sicurezza e la Prosperità’

Il Terzo Forum internazionale per la “Pace, la Sicurezza e la Prosperità”, si svolgerà, nell’ambito delle manifestazioni per l’80° anniversario dello...

Il Terzo Forum internazionale per la “Pace, la Sicurezza e la Prosperità”, si svolgerà, nell’ambito delle manifestazioni per l’80° anniversario dello Sbarco Alleato in Sicilia/Operation Husky 1943, a Piazza Armerina (EN) dal 27 al 29 marzo,  per riaffermare i valori fondamentali della pace, proprio in un momento così grave per i conflitti in corso.

Attesi mille partecipanti tra studenti, universitari, cadetti di accademie e collegi militari, affiancati da accademici, professionisti militari e di pubblica sicurezza, operatori di pace e leader politici. Per discutere di Pace positiva e disinformazione.  A seguito di un bando, sono giunti agli organizzatori dell’evento 70 contributi (50 saggi e 20 video) da studenti  di 10 – 12 anni di  Italia, Usa, Canada, Romania e Polonia.

Il tema portante sarà “Contrastare la disinformazione” . In anni in cui le fake news sono al centro dell’attenzione quotidiana, alimentate da una mole immensa e in continua crescita di informazioni su piattaforme diverse, si partirà dalla definizione della NATO che indica come “disinformazione” la creazione e diffusione deliberata di informazioni false o manipolate con l’intento di ingannare o fuorviare l’opinione pubblica. La manifestazione a Piazza Armerina nata dalla collaborazione tra l’International Forum for Peace, Security & Prosperity (IFPSP), l’ente no-profit fondato dal canadese  Stephen Gregory nel 2019, lo Stato Maggiore della Difesa attraverso il comandante militare dell’Esercito in Sicilia, Generale di Divisione Maurizio Angelo Scardino, e il Comune di Piazza Armerina, guidato dal sindaco Antonino Cammarata – esplorerà le dinamiche interconnesse di società pacifiche, sicure e prospere, come queste si affermano, chi le fa accadere e quali condizioni e azioni permettono loro di resistere e rafforzarsi nel tempo, anche di fronte ad aggressioni e minacce.

 Il Forum, della durata di tre giorni, si svilupperà in presenza e prevederà  anche partecipazioni online coinvolgendo i giovani in simulazioni, esercitazioni, tavole rotonde e attività di tipo esperienziale. Gli obiettivi che si prefigge sono la promozione dell’educazione alla pace attraverso un concorso internazionale annuale a cui gli studenti possono partecipare tramite la realizzazione di saggi e video per studenti, attività di networking e di scambio di conoscenze tra le università di numerosi paesi. Un progetto di recupero della memoria, connotato da una forte vocazione volta  alla valorizzazione del territorio e alla promozione del turismo storico-militare in Sicilia, che si concretizza nella realizzazione di una rete di percorsi turistici, commemorativi e formativo-educativi, attraverso i “Luoghi dello Sbarco e della Campagna di Sicilia del ’43”. L’iniziativa dunque promuove  la memoria e la pace nell’ambito delle manifestazioni dell’Operazione Husky. Il Forum acquisisce ancora più  significato perché, proprio quest’anno, ricorre l’ottantesimo anniversario dello sbarco degli alleati in Sicilia nel 1943, e rappresenta la prima di numerose  iniziative che si realizzeranno nel territorio.

Dal forum di Piazza Armerina, l’unico appuntamento a livello globale in cui tutte le Forze Armate sono attivamente coinvolte, prende avvio, dunque, un programma denso di attività. Diverse già le date segnate, ma altre se ne aggiungeranno in corsa: dal 9 maggio, giorno del devastante bombardamento su Palermo, al 7 e 8 luglio quando alle Ciminiere di Catania si discuterà della “Sicilia nella seconda guerra mondiale” con gli storici di Italia, Stati Uniti, Canada, Gran Bretagna, Germania. Dal 10 luglio si potrà seguire la “Walk for Remembrance & Peace (WRAP), per ripercorrere i luoghi dello sbarco delle truppe canadesi, i punti di interesse, le testimonianze dei local insider, e il tragitto seguito dalle truppe, sbarcate a Pachino. È il primo percorso di cammini propedeutici alla realizzazione di un MUSEO DIFFUSO della Campagna di Sicilia del 1943, dedicato ai caduti senza distinzione di bandiera. Il 16 luglio, un grande evento di Pace a Caltagirone. 

In un clima di tensioni internazionali e di Guerra – hanno dichiarato il sindaco di Piazza Armerina, Nino Cammarata, e l’assessore al Turismo, Ettore Messina – Piazza Armerina diventa la città della pace, della prosperità e di incontro, in cui i cadetti provenienti da tutto il mondo si riuniscono per celebrare la pace e non per parlare di guerra. Per la nostra città sarà anche un’importante vetrina internazionale per mettere in mostra i nostri gioielli più importanti quali il barocco e il sito UNESCO della villa Romana del Casale, testimonianza storica di accoglienza e di incontro.”

La manifestazione prevede il seguente il seguente programma.

Domenica 26 marzo, l’amministrazione Comunale offrirà nell’ex collegio dei Gesuiti all’interno della bellissima sala Comunale un cocktail di benvenuto a tutti i presenti presentando un evento emozionale per rievocare il Palio dei Normanni attraverso un  centinaio di figuranti che vestiti si presenteranno a sorpresa in abito d’epoca suonandole  trombe e i tamburi. Seguirà l’esibizione della Fanfara dell’Associazione Nazionale Bersaglieri

Lunedì 27 marzo il Forum entrerà nel vivo con la passeggiata per la memoria e la pace (walk for remembrance and peace – WRAP), a cui parteciperanno migliaia di studenti, sul percorso seguito dal contingente canadese dopo lo Sbarco; alle 10.30 dinanzi al monumento al Royal Canadian Regiment (in ricordo della battaglia del 18 luglio 1943, vicino Valguarnera) le cornamuse di Edimburgo eseguiranno il Silenzio, e verranno deposte corone dei diversi contingenti e delle istituzioni. Alle ore 16.30 commemorazione di Boris Giuliano, alla presenza della moglie Ines Leotta e della figlia Selima Giuliano. Capo della Squadra Mobile ucciso dalla mafia nel 1979, Boris Giuliano era originario di Piazza Armerina dove è stato sepolto nella tomba di famiglia. Dalle ore 19:30 alle 22:30 il comune di Piazza Armerina e il Parco Archeologico Villa romana del Casale accoglieranno i cadetti  nel Museo di Palazzo Trigona della Floresta, oggi sede del parco Archeologico Villa romana del Casale, che per l’occasione sarà illuminata in notturna, grazie alla collaborazione con l’assessorato al Turismo della Regione Siciliana. A seguire, verrà offerta una cena a buffet (showcooking dello chef), mentre una cantante lirica  intonerà le note di “Casta Diva“ di Vincenzo Bellini.

Martedì 28 marzo alle ore 15:00 apertura ufficiale del Forum e benvenuto da parte di Steve Gregory, fondatore dell’IFPSP. Saluto di benvenuto del Sindaco di Piazza Armerina, Avv. Antonio Cammarata. Introduzione dell’ospite Elizabeth Spehar, Assistente del Segretario Generale per il sostegno alla costruzione della Pace presso il Dipartimento degli Affari politici e Peacebuilding delle Nazioni Unite. Dalle ore 19:00 alle 21:30 visita alla Villa Romana del Casale dedicata ai cadetti, che avranno la possibilità di visitare questo meraviglioso patrimonio del IV d.C. secolo, uno dei musei all’aperto più apprezzati al mondo, grazie alla presenza dei suoi splendidi pavimenti a mosaico. Non mancheranno momenti emozionali con luci e suoni.  Alle ore 21:30 nella piazza centrale “Boris Giuliano” ci saranno band che suoneranno musica dal vivo per cercare di creare momenti di interazione.

Mercoledì 29 Marzo, dalle ore 10:00 alle 11: 00,  l’Arcivescovo militare celebrerà la Santa Messa in preparazione alla Santa Pasqua, presso la più antica chiesa di Piazza Armerina la  Chiesa della Commenda dei Cavalieri di Malta.

Valentina Di Luzio

Valentina Di Luzio

Laurea con lode in Mediazione Linguistica e laurea magistrale in Traduzione specialistica.

Dalla Home