“Posso lasciare il mio spazzolino da te?” di Massimo Odierna debutta al Teatro de’ Servi

Ha debuttato lunedì 18 febbraio 2019 al Teatro de’ Servi – via del Mortaro 22, all’angolo con via del Tritone...

Ha debuttato lunedì 18 febbraio 2019 al Teatro de’ Servi – via del Mortaro 22, all’angolo con via del Tritone – a Roma la pièce “Posso lasciare il mio spazzolino da te?”, scritta e diretta da Massimo Odierna, ed interpretata da Martina Galletta, Luca Mascolo, Alessandro Meringolo e Luca Pastore.

Prosegue la stagione “Fuoriclasse” al Teatro de’ Servi. Lo spettacolo di Massimo Odierna, finalista al Premio Scenario 2017, è una black comedy in cui si intrecciano le vicende di un’attrice di ricerca, bipolare ed inaspettatamente incinta, di un candido perdente, di un nichilista con difficoltà di gestione della rabbia e di una quarta, inquietante figura. 

Martina Galletta, Luca Mascolo, Alessandro Meringolo e Luca Pastoreportano in scena con energia, carisma e divertimento, il ritratto dell’inquietudine di ragazzi quasi adulti, ad un passo dal baratro, pieni di paure, ma anche leggerezza e cinica ironia. Sono “bimbi sperduti” che utilizzano le parole per scardinare una quotidianità mediocre e creare vite possibili e futuri accettabili.

Posso lasciare il mio spazzolino da te? è un’istantanea del malessere e delle incertezze dei giovani di oggi,la linea di confine che divide le strade di una vita. È paura del buio, sarcasmo, emozione alterata, amicizia contaminata, che la regia – mai banale – di Massimo Odierna mette in risalto, scavando nella psicologia e nella mente di ogni personaggio, creando situazioni imprevedibili, ironiche, leggere e, nello stesso tempo, drammatiche. Commedia e dramma si fondono fino ad arrivare a esiti inattesi. Lo spettatore ride e riflette trascinato dal flusso delle azioni e dei pensieri dei protagonisti, i quali, attraverso una semplice domanda e con un linguaggio sovente grottesco, svelano e rivelano la disillusione che contraddistingue la nostra epoca.

Posso lasciare il mio spazzolino da te?, di Massimo Odierna (interpreti: da Martina Galletta, Luca Mascolo, Alessandro Meringolo, Luca Pastore), che rimarrà in scena al Teatro de’ Servi fino a mercoledì 20 febbraio 2019 e poi sabato 23 e domenica 24 febbraio sarà al Nuovo Teatro Sanità di Napoli, aprirà Disalogy – La Trilogia del Disagio (formata da Posso lasciare il mio spazzolino da te?, Toy Boy – che sarà in scena sabato 16 e 17 marzo 2019 al Teatro Piccolo di Pietralata -, e Signorotte – in scena da giovedì 2 a domenica 5 maggio 2019 presso Spazio18).  Tre pièces teatrali (tutte scritte e dirette da Massimo Odierna) bizzarre ed assurde, apparentemente senza alcuna connessione narrativa fra loro, e che affrontano temi come il disagio e la miseria, la ricerca di un posto nel mondo, le nevrosi ed i vizi umani. Il tutto raccontato con uno stile grottesco ed eccessivo, leggero ed ironico, e con una drammaturgia scarna ed immediata.

La stagione “Fuoriclasse” del Teatro dell’Orologio proseguirà poi con Il giovane Riccardo, scritto e diretto da Alberto Fumagalli (interpreti: Alberto Fumagalli, Alice Bertini, Antonio Muro, Loris Farina, Ludovica D’Auria), in scena da lunedì 11 a mercoledì 13 marzo 2019.

Seguiranno Il paese di chi se ne va, scritto e diretto da Francesca Muoio (interpreti: Annacarla Broegg, Marianita Carfora, Cesare D’Arco, Morena Di Leva, Valeria Frallicciarci, Francesca Muoio, Davide Paciolla, Antonio Perna, Luca Trezza, in scena da lunedì 1 a mercoledì 3 aprile 2019, ed infine Vox Family, scritto e diretto da Francesco Petruzzelli (interpreti: Carlotta Mangione, Roberta Azzarone, Michele Lisi, Cristina Poccardi, Cristina Pelliccia, Lorenzo Parrotto, Luigi Biava), che sarà in scena da lunedì 13 a mercoledì 15 maggio 2019.

, , , , , , , , , , , , ,
Alessandro Poggiani

Alessandro Poggiani

Classe 1986, storico del cinema e giornalista pubblicista, appassionato di courtroom dramas, noir, gialli e western da vent'anni circa, ha lavorato come battitore per libri, saggi e articoli, e come segretario di produzione per un docufilm su Pier Paolo Pasolini. Dopo un master in Editoria e Giornalismo, ha collaborato con il Saggiatore, con la Dino Audino editore e con AGR. Attualmente lavora come redattore freelance, promotore di eventi culturali e fotografo in occasione di incontri, dibattiti, presentazioni di libri, fiere librarie e vernissages.

Dalla Home