Safer Internet Day 2024: Italia in riflessione sulla Sicurezza Digitale

Il 6 febbraio segna il Safer Internet Day 2024 (SID), una giornata globale dedicata alla sicurezza online, istituita e promossa...

Laura Di Raimondo
Laura Di Raimondo - Foto Maurizio Riccardi © AGR

Il 6 febbraio segna il Safer Internet Day 2024 (SID), una giornata globale dedicata alla sicurezza online, istituita e promossa annualmente dalla Commissione Europea nel mese di febbraio. Quest’anno, l’evento offre un’opportunità cruciale per la riflessione sulla diffusione della cultura della sicurezza cibernetica, dell’awareness digitale e dell’utilizzo sicuro della Rete.

Laura Di Raimondo, direttrice generale di Asstel Assotelecomunicazioni, sottolinea l’importanza di coinvolgere giovani e giovani nel dibattito sulla consapevolezza digitale. L’Italia, purtroppo, è in ritardo nelle competenze di base, piazzandosi al 25esimo su 27 nella classifica Desi dei paesi europei. Di Raimondo enfatizza la necessità di un’azione collettiva tra il sistema produttivo e quello educativo per colmare questa lacuna culturale e accelerare il passo.

Oltre a focalizzarsi sulla sicurezza, il Safer Internet Day è l’occasione per promuovere la cittadinanza digitale. Le scuole sono chiamate a giocare un ruolo cruciale nell’educare gli studenti sull’importanza di un uso responsabile del digitale. L’espansione delle competenze digitali è fondamentale, considerando che il digitale è un accesso ai lavori del futuro. Laura Di Raimondo sottolinea che investire in competenze digitali è essenziale per garantire la stabilità del lavoro nel lungo periodo.

L’Italia, secondo Laura Di Raimondo, deve riconoscere la reale portata del virtuale e porre grande attenzione al linguaggio digitale, poiché la rete è una realtà concreta. Il Safer Internet Day 2024 è, dunque, una chiamata all’azione per il paese, affinché si affretti a colmare il divario digitale e costruire un futuro sicuro e consapevole online.

, , , ,
Maurizio Riccardi

Maurizio Riccardi

Fotografo, giornalista, direttore del Gruppo AGR, di cui fanno parte: l'agenzia fotografica AGR, il magazine online Agrpress.it, l'Archivio Riccardi, la sezione Audiovsivi / web e la sezione Comunicazione.Nasce a Roma nel 1960, si può dire nella camera oscura del padre, anche lui noto fotografo della "Dolce Vita". 

Dalla Home