Stefano Lucchini nuovo Presidente di AmCham Italia

Stefano Lucchini, Chief Institutional Affairs and External Communication Officer di Intesa Sanpaolo, è stato nominato presidente dell’American Chamber of Commerce...

Stefano Lucchini
Stefano Lucchini - Foto M. Riccardi © AGR

Stefano Lucchini, Chief Institutional Affairs and External Communication Officer di Intesa Sanpaolo, è stato nominato presidente dell’American Chamber of Commerce in Italy (AmCham), durante la 109ª assemblea annuale dei soci. L’AmCham, istituzione non-profit affiliata alla Chamber of Commerce di Washington DC, è parte di un network globale che include 117 Camere di commercio americane in 103 Paesi, rappresentando oltre 3 milioni di imprese associate.

La nomina di Lucchini avviene in un momento cruciale per AmCham, che continua a rafforzare il suo ruolo strategico nelle relazioni commerciali tra Italia e Stati Uniti. Oltre a Lucchini, il nuovo Comitato esecutivo comprende Luca Franzi di Aon come vicepresidente vicario, Elena Alberti di Penske Automotive, Laura Galli di 3M Italia, Stefano Rebattoni di IBM Italia come vicepresidenti, e Maricla Pennesi di Andersen Tax & Legal Italia come tesoriere.

I nuovi consiglieri eletti includono Angelo Puca di Upmc, Nicolò Mardegan di Enel, Fiorella Passoni di Edelman Italy, Massimo Petrone di Petrone Group e Thomas D. Smitham di Leonardo. Questi nomi si aggiungono ai consiglieri già cooptati durante l’anno: Giorgia Favaro di McDonald’s Development Italy, Laura Galli di 3M Italia, Mauro Macchi di Accenture, Marco Piccitto di McKinsey & Company, Inc. Italy e Paola Pirotta di Medtronic Italia.

Simone Crolla, Consigliere delegato di AmCham Italy, ha espresso grande soddisfazione per la nomina di Lucchini, sottolineando l’importanza del suo contributo per il futuro dell’organizzazione. “Siamo onorati di avere Stefano Lucchini come nuovo presidente di AmCham. Un sentito ringraziamento al presidente uscente Luca Arnaboldi per la dedizione e l’impegno profusi durante il suo mandato,” ha dichiarato Crolla. Ha inoltre evidenziato i risultati raggiunti dall’AmCham negli ultimi anni, come l’aumento della qualità della base associativa e l’espansione delle attività di networking e consulenza per le imprese italiane interessate al mercato americano.

Delle 589 realtà attualmente associate, 62 sono entrate a far parte dell’organizzazione dallo scorso giugno ad oggi, di cui 28 solo nel 2024. Questo dimostra il crescente interesse e la fiducia delle imprese italiane verso l’AmCham e le sue iniziative. Il successo dell’organizzazione è attribuibile anche al lavoro dei 21 rappresentanti locali dislocati su tutta la penisola e degli 8 rappresentanti basati oltreoceano.

Guardando al futuro, Crolla ha sottolineato l’importanza di continuare a lavorare su temi chiave come l’attrazione degli investimenti diretti esteri (FDI) e la facilitazione del business tra Italia e Stati Uniti. “Sono convinto che AmCham debba contribuire in modo attivo e consistente su questi temi, con l’ambizione di continuare ad essere il campione dello scambio transatlantico e il riferimento per la business community americana in Italia,” ha concluso Crolla.

La nomina di Stefano Lucchini segna un nuovo capitolo per l’AmCham Italia, pronta a rafforzare ulteriormente i legami economici e commerciali tra i due paesi.

, , ,
Redazione Agrpress

Redazione Agrpress

Dalla Home