Tensioni e proteste a Pisa: carica della Polizia durante corteo studentesco pro Palestina

Nel cuore di Pisa, un corteo studentesco pro Palestina è stato segnato da momenti di tensione, culminati in una carica...

Pisa Piazza dei Cavalieri
Pisa, Piazza dei Cavalieri gremita

Nel cuore di Pisa, un corteo studentesco pro Palestina è stato segnato da momenti di tensione, culminati in una carica della polizia e l’uso dei manganelli contro i manifestanti. Gli scontri si sono verificati mentre il gruppo cercava di raggiungere piazza dei Cavalieri, con le forze dell’ordine schierate a protezione degli accessi alla piazza.

Le immagini condivise sui social media mostrano la carica degli agenti e successivi fermi, con due studenti costretti a sdraiarsi a terra con le mani dietro la schiena. L’area intorno a piazza dei Cavalieri, sede centrale dell’ateneo di Pisa, è stata circondata dalle forze dell’ordine.

L’opposizione ha prontamente reagito alle immagini, definendo l’azione della polizia “inaccettabile” e accusando la repressione del dissenso. Conte e Schlein hanno denunciato le immagini come “inaccettabili”, mentre Avs ha lanciato un appello per garantire la libertà di manifestare.

In serata, piazza dei Cavalieri è diventata il luogo di raduno per esprimere solidarietà ai manifestanti del corteo pro Palestina. Circa 5.000 persone, secondo la questura, si sono riunite pacificamente, affiggendo striscioni sulla scalinata monumentale della Scuola Normale con scritte come “Stop genocidio”, “Palestina libera” e “No alla violenza delle istituzioni”. Slogan come “vergogna vergogna” sono stati scanditi rivolti alle forze dell’ordine.

, , , ,
Giovanni Currado

Giovanni Currado

Responsabile editoriale dell'agenzia Agr Srl. Giornalista e fotografo, autore di diversi reportage in Asia e Africa. Responsabile dello studio dell'immenso archivio fotografico Riccardi

Dalla Home