Vittorio Sgarbi annuncia dimissioni immediate da Sottosegretario alla Cultura

Il noto critico d’arte e sottosegretario alla Cultura, Vittorio Sgarbi, ha dichiarato le sue dimissioni in modo repentino durante un...

Vittorio Sgarbi Sottosegretario alla Cultura
Vittorio Sgarbi - Foto di Maurizio Riccardi © AGR

Il noto critico d’arte e sottosegretario alla Cultura, Vittorio Sgarbi, ha dichiarato le sue dimissioni in modo repentino durante un evento a Milano. Sgarbi ha affermato: “Mi dimetto con effetto immediato da sottosegretario del governo e lo comunicherò nelle prossime ore alla Meloni”. Le dimissioni sono motivate dalle recenti controversie legate a presunte incompatibilità e critiche ricevute dall’Antitrust.

Sgarbi ha spiegato di aver ricevuto una lettera complessa dall’Antitrust, basata su due lettere anonime inviate dal ministro della Cultura, che lo avvertivano di non poter tenere una conferenza da Nicola Porro. Il sottosegretario ha anche commentato le sue imprecazioni contro i giornalisti, scusandosi con chi ha potuto sentirsi offeso e ritirando un precedente augurio di morte. Questi eventi, ha dichiarato, lo portano a non essere più sottosegretario e a poter esercitare la sua libertà di espressione senza vincoli istituzionali.

Sgarbi, noto per la sua eloquenza e le sue posizioni spigolose, ha affrontato le polemiche con la sua consueta franchezza. Le dimissioni, considerate un colpo di teatro, sono giunte durante l’evento ‘La ripartenza’ a Milano. Sgarbi ha sottolineato che, non essendo più sottosegretario, avrà la libertà di partecipare a trasmissioni televisive e tenere conferenze senza restrizioni istituzionali. Resta da vedere come questa inattesa mossa influenzerà la percezione di Sgarbi sia a livello nazionale che internazionale.

, , ,
Redazione Agrpress

Redazione Agrpress

Dalla Home