100 Note in Bianco e Nero: viaggio fotografico nell’Italia musicale del dopoguerra

Dal 13 al 28 giugno 2024 a Villa Lazzaroni, in via Appia Nuova 520, sarà allestita la mostra fotografica “100...

100 Note in Bianco e Nero

Dal 13 al 28 giugno 2024 a Villa Lazzaroni, in via Appia Nuova 520, sarà allestita la mostra fotografica “100 Note in Bianco e Nero”: con le foto di Carlo Riccardi prende vita un’esposizione che celebra la storia della musica in Italia dal secondo dopoguerra fino agli anni ’70.

La mostra, parte del Villa Lazzaroni Summer Fest, è composta da immagini del celebre fotografo Carlo Riccardi, uno dei più grandi maestri della fotografia italiana, che in oltre 70 anni di attività ha conservato oltre 3 milioni di negativi creando il maestoso “Archivio Riccardi”, una raccolta straordinaria che documenta momenti iconici di storia repubblicana. Carlo Riccardi, attraverso il suo obiettivo, ha catturato l’essenza di un’epoca ricca di trasformazioni culturali e sociali, offrendo uno sguardo unico su un periodo storico fondamentale anche per l’identità musicale italiana.

Il boom musicale italiano del dopoguerra, che cavalca il “boom economico”, fu un periodo di straordinaria crescita e creatività anche nel campo musicale e discografico. Gli anni ’50 e ’60 videro l’emergere di una nuova generazione di cantautori e interpreti che portarono la musica italiana a nuove vette di popolarità sia a livello nazionale che internazionale.

I primi anni ’60 per quanto riguarda la storia musicale italiana furono caratterizzati da due novità straordinarie: l’enorme aumento nella produzione e nel consumo di musica e il fatto che quell’aumento ebbe come protagonisti i giovani, sia come cantanti sia come fruitori di musica.

Ne derivarono molteplici filoni e mode musicali, di grande significato per le trasformazioni sociali e culturali di quegli anni. Le vendite di dischi passarono dai 18 milioni di 45 giri del 1959 ai 44 milioni del ’69. Già nel 1960 un’inchiesta accertò che il 40% degli acquirenti di dischi aveva meno di 20 anni, e che per loro era normale acquistare mediamente un 45 giri alla settimana.

“100 Note in Bianco e Nero”, a cura di Maurizio Riccardi, Giovanni Currado e Lorenzo Imprescia, rappresenta un viaggio visivo che permette ai visitatori di rivivere i momenti salienti della musica italiana e non solo: dai concerti alle performance televisive, fino agli scatti intimi e personali dei grandi protagonisti della scena musicale. Da Mina a Patty Pravo, da Adriano Celentano a Lucio Dalla, le fotografie di Riccardi raccontano storie di talento, passione e innovazione.

Canzoni come “Nel blu dipinto di blu” di Domenico Modugno divennero simboli di questo periodo, mentre i festival musicali come Sanremo e il Cantagiro contribuirono a diffondere la musica italiana nel mondo.

“100 Note in Bianco e Nero” non è solo un tributo alla musica italiana, ma anche un omaggio alla straordinaria carriera di Carlo Riccardi, la cui arte continua a ispirare e a emozionare. Il pubblico è invitato a partecipare a questo evento imperdibile e a lasciarsi trasportare dalle note e dalle immagini che hanno fatto la storia della musica nel nostro paese.

L’inaugurazione della mostra si terrà il 13 giugno 2024 alle ore 18:00 presso Villa Lazzaroni. Saranno presenti figure di spicco del mondo della cultura e della musica, oltre ai rappresentanti delle istituzioni locali. La mostra sarà aperta al pubblico tutti i giorni dalle 10:00 a tarda sera, con ingresso libero.

, , , , , ,
Simona Mattei

Simona Mattei

Responsabile relazioni istituzionali e referente amministrativo dei progetti editoriali e culturali di AGR, Archivio Riccardi e Quinta Dimensione APS

Dalla Home